Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

VIDEO Le vittime sono Giancarlo Garbin e Romeo Dell'Innocenti, di 35 e 45 anni

FANNO SALTARE IL BANCOMAT, SCHIANTO IN FUGA: DUE MORTI

Banda di giostrai aveva colpito il credito cooperativo a San Cipriano


SILEA - (NC) Alle 4.20 hanno assaltato un bancomat, quello della banca di credito cooperativo di Monastier e del Sile di via San Cipriano a Roncade, facendolo saltare in aria con l'esplosivo. Il bottino era stato di 50mila euro con danni ingentissimi alla filiale, vetrate e porte divelte. Pochi minuti dopo, i ladri finiscono fuori strada con l'auto, una Audi A4 rs6, a Silea in località Canton, in prossimità di un bivio. L'uomo alla guida della vettura aveva visto avvicinarsi, lungo via Belvedere, i lampeggianti di un metronotte che stava effettuando un giro d'ispezione nella zona e decide di deviare all'ultimo istante verso via Bassa trevigiana. La velocità è però troppo elevata: l'automobilista perde il controllo del mezzo che sradica un palo della luce, si schianta contro il muretto di cinta dell'azienda “Utensilea”, poi si scontra contro un ponticello in cemento e si rovescia nuovamente. Una carambola tremenda, di quasi cento metri. Il bilancio è tragico: due morti, Giancarlo Garbin e Romeo Dell'Innocenti, di 35 e 45 anni, e due feriti gravi, trasportati rispettivamente presso gli ospedali di Treviso e Mestre. Se la caveranno. Sono Jonni Pevarello ed Elvis Innocenti, di 33 e 34 anni, il primo di Castelfranco, il secondo di Oderzo. Entrambi sono attualmente piantonati dalle forze dell'ordine e finiranno in carcere non appena saranno dimessi: se le indagini, coordinate dal pm Francesca Torri, accerteranno che uno tra loro fosse stato al volante del mezzo potrebbe dover rispondere anche il omicidio colposo. Ma le indagini dei carabinieri sono ancora in corso con diverse perquisizioni eseguite nel corso della giornata. I residenti, sentita l'esplosione, accorrono e si trovano di fronte una scena raccapricciante: un cadavere nella carcassa del mezzo, un altro giovane agonizzante ed i due feriti che chiedono aiuto. Su tutta la carreggiata un tappeto di denaro. All'interno dell'auto i carabinieri troveranno ancora denaro, esplosivo, cavi elettrici, attrezzi da scasso ma soprattutto due pistole: una ha il colpo in canna, pronta a sparare. La targa anteriore che i malviventi avevano piazzato sull'auto, si sospetta giù utilizzata per altri colpi messi a segno questa notte a Masi e a Breganze, nelle province di Padova e Vicenza, era stata rubata a Roncade in via Vivaldi, staccandola dalla Mazda di proprietà di una giovane residente.
Il denaro sparso lungo tutta la carreggiata

Muraro: “Cose da Far West, Bene Carabinieri”


Simonetta Rubinato: "Le forze dell’ordine hanno fatto pienamente il loro dovere
"

“Quello che è accaduto stanotte è davvero Far West, cose che siamo abituati a vedere soltanto nei film o nelle serie TV – commenta Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – la tragedia di stanotte che ha portato alla morte di due ladri è la dimostrazione che la criminalità ha alzato il tiro e non dobbiamo abbassare la guardia. Non voglio neppure immaginare cosa sarebbe potuto succedere se l'auto coi delinquenti avesse incontrato un'altra sul tragitto. Per questo porto il mio plauso alle Forze dell'Ordine, in particolare i Carabinieri, che sono intervenuti tempestivamente, costretti a inseguire i ladri nella fuga che poi si è trasformata in tragedia”.









“Il pronto ed efficace intervento delle forze dell’ordine è la dimostrazione che il nostro territorio è ben presidiato e non è il Far West che qualcuno vorrebbe dipingere. Esprimo quindi il mio plauso ai Carabinieri protagonisti dell’inseguimento che ha bloccato la fuga dei quattro rapinatori permettendo di recuperare l’intero bottino di 50 mila euro”. E’ quanto dichiara Simonetta Rubinato commentando la rapina, avvenuta stanotte, al bancomat della filiale della Bcc di Monastier e Silea a S. Cipriano di Roncade. “Certo, spiace che l’inseguimento si sia concluso con la tragica morte di due di loro nell'incidente stradale che ne è seguito – precisa la parlamentare residente proprio a S. Cipriano – ma le forze dell’ordine hanno fatto pienamente il loro dovere, segnando un punto a favore della sicurezza dei cittadini. L'episodio conferma comunque la necessità di tenere alta la guardia sul controllo del territorio”.