Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il candidato alle regionali Jacopo Berti: "Non ci intimidirà con le sue querele"

M5S ATTACCA LA MORETTI: "ANDARE A LAVORARE NON È UN INSULTO"

Il un video l'esponente del Pd si scontra in un bar con un attivista


VICENZA- «Per la Moretti "andare a lavorare" è un insulto? Per il popolo veneto
è un diritto e un onore». Il candidato governatore del Veneto per il Movimento 5 Stelle, il padovano Jacopo Berti, non ha perso tempo e ha subito voluto incontrare Paolo Forza, l’uomo che martedì, in una pasticceria di Vicenza, ha incoraggiato, con toni piuttosto accesi, Alessandra Moretti ad “andare a lavorare". Forza, un attivista del Movimento, aveva contestato la presenza a Vicenza della candidata apostrofandola, per la seconda volta, con il più classico tra i motti da sempre riservati ai politici. E lei, dopo aver chiesto l’intervento della polizia locale, avrebbe scelto di querelarlo. Jacopo Berti ha quindi voluto incontrarlo, per non fargli mancare la sua solidarietà. «Oggi ho incontrato il nostro attivista che, per aver chiesto alla Moretti cosa stesse facendo a Vicenza mentre al Parlamento europeo erano in corso votazioni importanti, è stato querelato - spiega Berti - Ho voluto esprimergli tutta la mia solidarietà e ricordargli che Alessandra Moretti non ci intimidirà con le sue querele. Non metterà il bavaglio ai cittadini né a me». Così si sono incontrati a Padova e hanno scambiato qualche chiacchiera. «La trasparenza e la rendicontazione delle attività dei politici che vengono pagati coi nostri soldi sono princìpi ai quali non rinunciamo - conclude Berti - Non abbiamo bisogno di insultare nessuno, i rappresentanti dei partiti si insultano già da soli: basta chiedere loro cosa fanno. E il Movimento 5 Stelle, in Parlamento ma anche Regione, continuerà a chiedere tutti i giorni a questi signori cosa stanno facendo con i nostri soldi».