Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il candidato alle regionali Jacopo Berti: "Non ci intimidirÓ con le sue querele"

M5S ATTACCA LA MORETTI: "ANDARE A LAVORARE NON ╚ UN INSULTO"

Il un video l'esponente del Pd si scontra in un bar con un attivista


VICENZA- «Per la Moretti "andare a lavorare" è un insulto? Per il popolo veneto
è un diritto e un onore». Il candidato governatore del Veneto per il Movimento 5 Stelle, il padovano Jacopo Berti, non ha perso tempo e ha subito voluto incontrare Paolo Forza, l’uomo che martedì, in una pasticceria di Vicenza, ha incoraggiato, con toni piuttosto accesi, Alessandra Moretti ad “andare a lavorare". Forza, un attivista del Movimento, aveva contestato la presenza a Vicenza della candidata apostrofandola, per la seconda volta, con il più classico tra i motti da sempre riservati ai politici. E lei, dopo aver chiesto l’intervento della polizia locale, avrebbe scelto di querelarlo. Jacopo Berti ha quindi voluto incontrarlo, per non fargli mancare la sua solidarietà. «Oggi ho incontrato il nostro attivista che, per aver chiesto alla Moretti cosa stesse facendo a Vicenza mentre al Parlamento europeo erano in corso votazioni importanti, è stato querelato - spiega Berti - Ho voluto esprimergli tutta la mia solidarietà e ricordargli che Alessandra Moretti non ci intimidirà con le sue querele. Non metterà il bavaglio ai cittadini né a me». Così si sono incontrati a Padova e hanno scambiato qualche chiacchiera. «La trasparenza e la rendicontazione delle attività dei politici che vengono pagati coi nostri soldi sono princìpi ai quali non rinunciamo - conclude Berti - Non abbiamo bisogno di insultare nessuno, i rappresentanti dei partiti si insultano già da soli: basta chiedere loro cosa fanno. E il Movimento 5 Stelle, in Parlamento ma anche Regione, continuerà a chiedere tutti i giorni a questi signori cosa stanno facendo con i nostri soldi».