Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sonora condanna per un 25enne castellano: verserà anche 15 mila euro alla vittima

PICCHIA LA EX E LA CHIUDE A CHIAVE IN CASA: 3 ANNI E 3 MESI

In aula il racconto della ragazza: in lacrime ha ricostruito quei momenti



CASTELFRANCO VENETO
- (gp) Accecato dalla gelosia, ha preso a pugni la sua fidanzata (ormai ex), le ha distrutto il cellulare per evitarle di cercare aiuto e l'ha chiusa a chiave in camera per impedirle di scappare. Condotte che sono costate una sonora condanna a un 25enne castellano che è stato giudicato colpevole dei reati di sequestro di persona, lesioni personali, minacce, ingiurie e danneggiamento rimediando tre anni e tre mesi di reclusione. Inoltre dovrà versare 15 mila euro di provvisionale alla vittima, una ragazza di 17 anni all'epoca dei fatti, e 5 mila euro di risarcimento alla madre di lei. Entrambe si erano infatti costituite parte civile a processo con gli avvocati Giuliano Tiribilli e Gianfranco Beghin. A raccontare per filo e per segno la turbolenta relazione sentimentale, terminata il 7 settembre 2011 (giorno dell'episodio più grave che ha spinto la giovane a denunciare tutto alle autorità), è stata proprio la vittima. In aula la ragazza, che oggi ha vent'anni, ha ricostruito in lacrime quel giorno. “Mi ha chiuso a chiave in camera dicendomi che non sarei uscita da casa sua. Per paura mi sono buttata dalla finestra del primo piano e sono scappata. Lui mi ha inseguito e ha continuato a picchiarmi”. Un racconto che la difesa ha tentato di smontare, sottolineando alcune contraddizioni in cui è caduta la ragazza. I giudici, dopo una decina di minuti di camera di consiglio, non hanno avuto dubbi: la giovane riportò un trauma cranico, contusioni multiple, la frattura di un molare, vari traumi alle mani e alle ginocchia e per questo, aumentando di un mese le richieste del pm, hanno pronunciato la sentenza di condanna.