Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ha raccontato i vizi privati ed i piccoli scandali della borghesia cittadina

MORTO GIANMARIA FERRETTO, CANTORE DELLA TREVISO DI SIGNORE E SIGNORI

Scrittore, giornalista, uomo di cinema, si è spento a 71 anni


TREVISO - Il suo nome resta legato a Signore e Signori, a quella Treviso, esempio per antonomasia della provicia italiana, culla di vizi privati sotto una patina di rispettabilità borghese. Gianmaria Ferretto, si è spento sabato, a 71 anni, alla Casa dei Gelsi. Scrittore, giornalista, regista, aveva esordito, ancora 17enne, con un romanzo ed una serie di racconti. Alla notorietà era assurto soprattutto per aver fatto da assistente alla regia a Pietro Germi nel celebre film sulla Treviso perbenista degli anni '60. In seguito aveva collaborato a diversi altri film e si era dedicato ad un'intensa attività pubblicistica, come corrispondente del quotidiano "La Notte" e come responsabile di testate giornalistiche e programmi radiofonici e televisivi. Anche come scrittore continuò a svelare, con stile pungente e sarcastico, amori segreti, piccoli scandali, retroscena spesso a sfondo pruriginoso della vita cittadina, attirandosi non di rado querele per i personaggi facilmente identificabili negli originali in carne ed ossa, come in "Inviato speciale in provincia", ciclo di volumi usciti a metà degli anni Ottanta del secolo scorso. Negli ultimi anni, invece, si era dedicato allo studio di Dante e della Divina Commedia e alle connessioni con il Veneto.