Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, manifestazione inziata sabato ma visibile solo su Sky o premium

NIENTE COPPA D'AFRICA IN TV: I PROFUGHI SI RIBELLANO

Alla cooperativa "Integra", per calmare gli ospiti arrivano i carabinieri


VITTORIO VENETO - Volevano vedere a tutti i costi le prime partite della coppa d'Africa, la massima rassegna calcistica del continente nero: per questo motivo un gruppo di profughi, da tempo ospitati dalla cooperativa "Integra" di Vittorio Veneto, hanno protestato con gli operatori che sono stati costretti a far intervenire i carabinieri per calmare gli animi degli stranieri. La competizione è cominciata sabato scorso ed è visibile in Italia solo per gli abbonati di Sky e Mediaset premium. Solo l'arrivo dei militari ha messo fine alla furibonda lite tra i profughi e i membri della cooperativa, la cui sede non è dotata della tv a pagamento.

Sul caso è intervenuto anche il leader della Lega Nord, Matteo Salvini che su Facebook ha pubblicato il seguente post: "Volevano vedere le partite della Coppa d'Africa su Sky: gli immigrati ospiti (a spese degli italiani) della Cooperativa Integra di Vittorio Veneto si sono ribellati. E per calmarli sono dovuti intervenire i Carabinieri... Pazzesco. Vogliono vedere la Coppa d'Africa? Tornino in Africa! E ci restino".
Nel corso del week end giunti a Treviso 42 profughi. Durante lo scorso fine settimana è giunto nella Marca un nuovo contingente di profughi, composto da 42 persone. Gli stranieri, provenienti dai centri di accoglienza di Siracusa e Reggio Calabria, sono tutti uomini e tra loro c'è anche un minorenne: sono originari di Nigeria, Gambia, Mali e Senegal. Ben 29 di loro, dopo il fotosegnalamento e gli accertamenti sanitari svolti presso la Questura di Treviso, sono attualmente alloggiati presso una struttura della Caritas, in via Verdi a Treviso mentre il resto del gruppo è stato assegnato ad una cooperativa di Istrana.
Zaia: l'ondata sta diventando uno tsunami. “L’ondata sta diventando tsunami. Oggi a Marghera altri 210 profughi di Mare Nostrum/Triton arrivano, inviati dal Caos Nostrum che sta perpetuando il Governo di Roma, per essere distribuiti nelle province venete in barba agli allarmi e alle preoccupate segnalazioni dei suoi stessi Prefetti”. Lo dichiara oggi, “con crescente preoccupazione”, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, alla luce della notizia di un nuovo contingente di profughi in arrivo in Veneto. “Alla faccia delle dichiarazioni di principio – aggiunge Zaia – si continua a tollerare questa vera e propria tratta di carne umana, gestita da una rete criminale internazionale, inondando di illusioni povera gente, alla quale non si può offrire nemmeno la dignità, e di problemi e costi i territori”. “A questo problema che va avanti da mesi e mesi – aggiunge il Governatore del Veneto – si aggiunge ora quello della sicurezza, perché vorrei sapere chi del Governo Renzi può garantire che tra gli arrivi non si nascondano anche personaggi in un modo o in un altro collegati al terrorismo”. “Si sta perpetuando – conclude Zaia – una storica sconfitta delle Istituzioni Nazionali e Comunitarie, i cui errori, sottovalutazioni, egoismi ricadono sia direttamente che indirettamente sulla gente”.