Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione della squadra mobile di Venezia, catturato in Croazia Roberto Marchesini

ASSALTAVANO BANCHE DI VENETO E FRIULI: TRE BANDITI ARRESTATI

Roberto Gobbo, di Conegliano, e Giampaolo Quadrelli erano già in cella


Roberto GobboVENEZIA - Nella Marca avevano messo a segno una rapina in banca a Silea, il 16 dicembre 2013 e a Conegliano, quindici giorni dopo, nel giorno di San Silvestro. Ma i colpi eseguiti o in fase di progettazione, si sospetta, sarebbero molti di più. Sono complessivamente tre, due dei quali notificati a persone già in carcere, gli arresti eseguiti dalla squadra mobile di Venezia, in collaborazione con altri uffici di polizia, a carico di un gruppo criminale accusato di assalti a banche in Veneto ed una in Friuli. Le ordinanze di custodia, emesse dal gip Venezia su richiesta della Procura, sono state notificate in carcere a Roberto Gobbo, 66enne di Conegliano, e Giampaolo Quadrelli, 58 anni di Azzano Decimo. In Croazia, su mandato di arresto europeo, è stato catturato invece Roberto Marchesini, 41 anni, già latitante. Quest'ultimo, arrestato grazie alla collaborazione della polizia croata, è ritenuto responsabile di aver importato in Italia dalla Croazia assieme al padre, Enrico Marchesini (già arrestato a Trieste nel maggio 2014), armi da guerra come fucili mitragliatore AK 47 e una mitraglietta Skorpion, con relativi caricatori e munizioni. Perquisizioni sono state compiute nei confronti di altri 10 persone sospettate di essere in contatto con la banda; questa attività ha consentito di sequestrare materiale e documentazione ritenuta di interesse investigativo e probatorio. L'operazione, sottolinea la Questura di Venezia, ha non solo permesso di individuare i presunti autori di alcune rapine commesse in Veneto, ma anche di evitare che gli stessi portassero a termine altri colpi, che stavano programmando, in Veneto ma anche in Friuli Venezia Giulia, ai danni di furgoni portavalori, banche e uffici postali. All'esecuzione dei provvedimenti restrittivi e delle perquisizioni hanno collaborato equipaggi delle Squadre mobili di Pordenone, Padova, Treviso, del Commissariato di Conegliano Veneto, e reparti prevenzione crimine, nonchè unità cinofile di Padova e della Polizia di frontiera di Venezia.