Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'esposto è stato presentato in Procura dall'avvocato Fabio Capraro

"AUTOVELOX MANOMESSO DAI VIGILI": ORA SCATTA L'INDAGINE

La polizia locale avrebbe alterato lo stato dei luoghi prima della perizia



TREVISO
- I carabinieri di Treviso hanno avviato accertamenti sulla polizia locale del capoluogo per la presunta manomissione di un autovelox che sarebbe avvenuta qualche ora prima che lo strumento fosse sottoposto ad un esame tecnico alla presenza di un magistrato.


L'apparecchio avrebbe dovuto essere essere esaminato su richiesta di un'automobilista che tramite l'avvocato Fabio Capraro si era opposto ad una sanzione amministrativa comminata dopo un rilevamento dello stesso autovelox sulla tangenziale di Treviso.


Il fatto risale al 23 giugno scorso, giorno in cui il giudice Valerio Chiozzi aveva fissato l'esperimento peritale per rilevare l'esatto funzionamento dell'autovelox raffrontandolo con gli apparecchi in dotazione alla forze dell'ordine.


Tuttavia, stando all'esposto, la polizia locale e un rappresentante del Comune di Treviso «senza attendere l'arrivo e gli ordini di protocollo del giudice, avrebbero alterato lo stato di luoghi oggetto di verifica. Tale condotta - recita l'esposto - ha determinato la modifica di elementi importanti che rilevano l'affidabilità o meno dell'autovelox».


Lo stesso perito avrebbe inoltre accertato come «l'autovelox sottoposto all'esperimento giudiziale abbia ricevuto una pulizia che ha alterato lo stato preesistente fino a tre giorni prima e facilmente desumibile dalla presenza di enormi aloni sul vetro che per stessa ammissione dei vigili presenti risultava pulita con Vetril».