Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagine dei carabinieri, refurtiva ritrovata durante le perquisizioni domiciliari

FURTO AL MARKET DI MASER: IN AZIONE UNA GANG DI BABY LADRI

Nel mirino il "Superloria", denunciati due studenti stranieri di 17 anni


Il comandante della Compagnia di Montebelluna, Eleonora SpadatiMASER - Sono stati identificati e denunciati dai carabinieri per furto aggravato gli autori del furto messo a segno nella notte tra giovedì e venerdì scorso al supermercato "Superloria" di Maser. Si tratta di due giovanissimi studenti stranieri, entrambi di 17 anni, già segnalati in passato alla Procura per i minori. Rinvenuta dai militari, nel corso di una perquisizione, anche la refurtiva del colpo: otto stecche di sigarette, una cinquantina di accendini, alcolici, decine di pacchi di merendine e patatine, per un bottino complessivo che si aggirava all'incirca sui 1500 euro. Il bottino era stato nascosto da uno dei due studenti in una sorta di botola nascosta, all'interno dell'abitazione in cui vive con i genitori. Per mettere a segno il furto i due giovani avevano scassinato due porte che si trovavano sul retro del market, sprovvisto sia di sistemi d'allarme che di telecamere. I proprietari avevano scoperto la razzia solo il giorno seguente ed avevano fin da subito indicato ai carabinieri che negli ultimi tempi il negozio era frequentato dai due giovani, già più volte autori di piccoli furtarelli. La perquisizione domiciliare, concessa dalla Procura per i minori su richiesta dei militari, ha portato ieri al rinvenimento della refurtiva. Entrambi gli studenti si sono chiusi nel silenzio e non hanno fornito collaborazione, ne' dato nessun segnale di pentimento.