Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, Kounti Abderrahmane: "Piena condanna dei fatti orribili di Parigi"

MANILDO RICEVE A CA' SUGANA LA COMUNITÀ ISLAMICA DI TREVISO

"Oltre ai diritti anche i doveri per una vera integrazione"


TREVISO - Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il presidente del consiglio Franco Rosi e tutti i componenti della giunta comunale hanno incontrato questa mattina una delegazione della comunità islamica di Treviso guidata dal mediatore culturale Kounti Abderrahmane. "L’incontro di questa mattina, richiesto da un referente della comunità islamica di Treviso, di poter incontrare i rappresentanti della giunta comunale parte dalla base condivisa di condanna e presa di distanza dai fatti orribili accaduti a Parigi - ha dichiarato il sindaco di Treviso Giovanni Manildo che ha invitato i rappresentanti a isolare e segnalare chi spinge o incita alla violenza - Certo un sistema di integrazione si può costituire se si parte dal presupposto che oltre ai diritti esistono anche dei doveri. Principio condiviso da Kounti e dalla delegazione che abbiamo ricevuto a Ca' sugana. Favorire il processo di integrazione significa prima di tutto mantenere e preservare le identità - chiarisce Manildo - Ed è a partire da questa idea che è possibile costruire delle iniziative. Mi piace poi la proposta lanciata dall'assessore Manfio che nel periodo del Ramadan i fedeli musulmani possano fare delle offerte e che queste offerte possano andare a favore delle comunità di Treviso. Giudico poi positivamente la partecipazione da parte di tanti trevigiani, confermata dalla stesso presidente Kountì, al corso di arabo organizzato l'anno scorso. Al tempo stesso è necessario che chi arriva in Italia conosca bene la nostra lingua, anche questo è necessario perché possa avvenire un vero processo di integrazione".