Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Borso, murales firmati con la scritta "Lsp", scoperti da una pattuglia

WRITERS ASSALTANO IL CENTRO SOCIALE: FERMATI DAI CARABINIERI

Denunciati dai carabinieri per imbrattamento due studenti di 15 anni


BORSO DEL GRAPPA - Firmavano i propri murales con la sigla "LSP" che stava a significare Lions Semonzo Plaza. Sono stati scoperti e denunciati dai carabinieri alla Procura per i minori due giovanissimi writer, entrambi studenti di 15 anni, residenti nel Comune di Borso del Grappa, che dovranno ora rispondere del reato di danneggiamento. Alcune notti fa, poco dopo l'una, una pattuglia dei militari ha sorpreso entrambi, travisati con passamontagna e con in mano una torcia elettrica, mentre stavano imbrattando le pareti esterne del centro sociale di Semonzo con le loro bombolette spray. Uno dei giovani è stato subito fermato mentre stava tentando la fuga attraversando il giardino di un'abitazione privata. Il complice è invece riuscito a dileguarsi e a tornare a casa ma è stato identificato il giorno seguente dai carabinieri. Si sospetta che i due possano aver già colpito nella zona. I genitori dei 15enni, sorpresi delle scorribande notturne dei figli, si sono resi disponibili a risarcire il danno. "Non si sono resi conto di poter essere scambiati per ladri": ha commentato il comandante dei carabinieri di Castelfranco, Salvatore Gibilisco. Queste le sue parole (ASCOLTA L'AUDIO).