Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderą il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO/ L'artista veneziano spiega la Ghematrą, il valore numerico delle parole

ARTE E MATEMATICA, DALLA QABBALAH ALLE OPERE DI TOBIA RAVĄ

L'esposizione allo Spazio Open di Treviso fino al 24 gennaio


TREVISO - (ag) Arte e matematica sono comunemente considerati due ambiti distinti e inconciliabili. Fino al XIX secolo, però, non era così. E' profondo il legame che intercorre tra le due discipline e che oggi si coglie nell'arte dell'artista veneziano Tobia Ravà, in mostra in questi giorni allo Spazio Open di Treviso. Artista di origine ebraica, Ravà compone le sue opere figurative attraverso codici trascendentali che appaiono come un fitto mosaico di lettere e numeri. Alla base in realtà vi è la sequenza di Fibonacci, una successione di numeri interi positivi in cui ciascun numero è la somma dei due precedenti. Lo studio della Qabbalah intesa come percorso mistico della cultura ebraica lo porta a riscoprire la “ghematrià”, ovvero il valore numerico delle parole, e a formulare un'interpretazione conoscitiva del testo che sfocia nei suoi lavori artistici più recenti. Che cos'è la Ghematrià? Lo abbiamo chiesto a Tobia Ravà.

La mostra è visitabile fino a sabato 24 gennaio.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
24/11/2014 - Lo Spazio Open porta a Treviso i "Codici trascendentali" di Tobia Ravą