Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una 38enne castellana è anche accusata di abuso dei mezzi di correzzione

COMPIE 18 ANNI E DENUNCIA LA MADRE PER MALTRATTAMENTI

"L'ho fatto per salvare mia sorella": gli incontri ora saranno "protetti"


VEDELAGO – (gp) Ha aspettato di compiere 18 anni per denunciare ai carabinieri i soprusi subiti dalle sorelle da parte della madre nel corso degli anni. Un'attesa che le è servita per poterle “salvare”. La donna, una 38enne che dopo aver perso il marito (sono divorziati) e due delle tre figlie (il tribunale le ha affidate al padre), si ritrova con una denuncia a piede libero per abuso dei mezzi di correzione e maltrattamenti in famiglia. Stando a quanto accertato dai carabinieri di Vedelago, che hanno svolto le indagini, gli episodi di violenza si sarebbero protratti per diverso tempo. In pratica a cadenza settimanale con le due figlie più grandi che per ordine del tribunale dovevano vedere la madre dopo il divorzio almeno una volta ogni sette giorni. Quando le ragazze si ritrovavano sotto lo stesso tetto con la 38enne, si sarebbero susseguiti frequenti litigi che, spesso e volentieri, avrebbero visto la donna picchiare le giovani a colpi di bastone o a cinghiate. Una situazione che la più grande delle tre ha avuto il coraggio di reggere fino alla maggiore età, per poi raccontare tutto. “Ho parlato perchè voglio salvare mia sorella” avrebbe detto agli inquirenti. Infatti, a fronte della denuncia, gli incontri settimanali dovranno tenersi soltanto in luoghi protetti.