Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogatorio di garanzia per la 39enne cinese arrestata dai carabinieri di Mestre

LA MAITRESSE TORNA LIBERA: IL GIP REVOCA I DOMICILIARI

Le accuse: favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione



MOGLIANO VENETO
– (gp) Si è avvalsa della facoltà di non rispondere, ma il gip Angelo Mascolo, pur convalidando l'arresto, ha revocato la misura di custodia cautelare nei confronti della maitresse cinese di Mogliano Veneto. La 39enne era stata arrestata, su ordine di carcerazione, dai carabinieri di Mestre nel suo appartamento di via Trento. All'interno, oltre a preservativi, gel lubrificanti, e annunci erotici, erano stati posti sotto sequestro un pc portatile, tre telefoni cellulari con cui la donna teneva i rapporti con i clienti e un'agenda con le annotazioni delle preferenze di quelli più affezionati. Secondo le indagini della procura di Treviso, all'interno della casa si prostituivano diverse connazionali della donna. Motivo per cui le indagini avevano portato sl suo arresto per le ipotesi di reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.