Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogatorio di garanzia per la 39enne cinese arrestata dai carabinieri di Mestre

LA MAITRESSE TORNA LIBERA: IL GIP REVOCA I DOMICILIARI

Le accuse: favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione



MOGLIANO VENETO
– (gp) Si è avvalsa della facoltà di non rispondere, ma il gip Angelo Mascolo, pur convalidando l'arresto, ha revocato la misura di custodia cautelare nei confronti della maitresse cinese di Mogliano Veneto. La 39enne era stata arrestata, su ordine di carcerazione, dai carabinieri di Mestre nel suo appartamento di via Trento. All'interno, oltre a preservativi, gel lubrificanti, e annunci erotici, erano stati posti sotto sequestro un pc portatile, tre telefoni cellulari con cui la donna teneva i rapporti con i clienti e un'agenda con le annotazioni delle preferenze di quelli più affezionati. Secondo le indagini della procura di Treviso, all'interno della casa si prostituivano diverse connazionali della donna. Motivo per cui le indagini avevano portato sl suo arresto per le ipotesi di reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.