Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Padernello, l'azienda tra i maggiori produttori di abbigliamento per bambini

CRISI ALTANA, ACCORDO CON I SINDACATI PER 58 ESUBERI

Cassa integrazione per 21 addetti, gli altri in solidarietà


PAESE - E' ufficiale il piano di ristrutturazione della Altana, azienda di Padernello, leader in Italia per la produzione di abbigliamento per bambini. L'industria, guidata da Marina Salamon e Barbara Donadon, ha dichiarato 58 esuberi su un totale di 146 dipendenti ed è stato raggiunto l'accordo con i sindacati per gli ammortizzatori sociali con cui affrontarli. Entreranno in cassa integrazione straordinaria 21 lavoratori: il numero potrebbe salire a 24 se altri tre addetti interessati non accetteranno un cambio di mansioni. Altre 37 uscite, invece, saranno per ora evitate grazie al ricorso ai contratti di solidarietà, con una riduzione di orario, variabile a seconda dei reparti, spalmata su 107 addetti. Entrambi gli ammortizzatori avranno un durata di un anno a partire da lunedì prossimo. Per chi andrà in cassa integrazione, sono stati previsti anche degli incentivi all'esodo, legati alla firma del documento di rinuncia ad opporsi alla successiva messa in mobilità. Un bonus monetario da 20mila a 34mila euro, in base al livello di inquadramento professionale; inoltre l'azienda si è impegnata a integrare l'assegno di cigs fino al 70% o fino al 40% della retribuzione precedente, ancora una volta secondo il livello. Chi firmerà prima del 20 febbraio, inoltre, potrà ottenere il pagamento anticipato di metà incentivo, anzichè attendere la fine del periodo di cassa integrazione.