Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO E FOTO Al lavoro i vigili del fuoco, il rogo avrebbe una matrice dolosa

POVEGLIANO: CARROZZERIA DEVASTATA DA UN INCENDIO

Distrutto un capannone, i pannelli solari e nove veicoli all'interno


POVEGLIANO - Spaventoso incendio nella notte l'officina K.M. di proprietà di Dino Ruberti e l'annessa carrozzeria del fratello Carlo e Gianluca Ruberti, in via Capitello a Povegliano. Sul posto hanno lavorato fino all'alba sette mezzi dei vigili del fuoco inviati da Treviso, Montebelluna, Castelfranco e Asolo. Completamente distrutto dalle fiamme un capannone di circa 400-500 mq con copertura composta da pannelli fotovoltaici, recentemente installati, e nove veicoli che si trovavano all'interno. Tre mezzi sono rimasti seriamente danneggiati dal fuoco: Gianluca Ruberti ed uno dei suoi fratelli sono riusciti a portare all'esterno questi veicoli ed alcune bombole di gas che rischiavano di esplodere. Il rogo ha lambito anche la vicina abitazione in cui vive la madre 74enne dei proprietari delle due attività: i danni allo stabile sono stati fortunatamente limitati grazie al rapido intervento dei vigili del fuoco che sono riusciti a circoscrivere le fiamme. I pompieri sono rimasti al lavoro fino alla tarda mattinata per gli ultimi smassamenti e per la messa in sicurezza del luogo. Ignote per ora le cause del rogo. Si sospetta il dolo: l'incendio è partito dall'esterno, da una catasta di pneumatici dismessi. I danni sono ingentissimi e ammonterebbero ad alcuni milioni di euro.