Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sabato il flash mob a sostegno del referendum #Fuoridalleuro

NESSUNO CERTIFICA LE FIRME: PROTESTA M5S IN PIAZZA DEI SIGNORI

"Gli amministratori comunali non vengono ai nostri banchetti"


TREVISO - Un flash mod, cioè un'iniziativa pubblica spontanea, per protestare contro l'amministrazione comunale che, secondo loro, impedisce la certificazione MoVimento, la certificazione delle firme per promuovere il referendum #FUORIDALLEURO.
Ad organizzarlo il Movimento 5 Stelle di Treviso, il 31 gennaio alle 16.30 in piazza dei Signori. Perché la firma di qualunque cittadino sia valida, la legge prescrive la presenza di una serie di determinati soggetti autorizzati a convalidarla. Tra questi sono indicati il sindaco, gli assessori ed i consiglieri eletti nel comune in cui si svolge la sottoscrizione.
"Svolgere questo compito - spiegano i rappresentanti dell'M5S - non è 'sposare' l’idea di una determinata battaglia politica, ma semplicemente compiere un dovere civico affinché ogni cittadino possa esprimere la propria opinione". Nel capoluogo della Marca, però, questo non avviene, poichè, secondo l'accusa, nessuno degli amministratori si è reso disponbile a svolgere la funzione. Proprio per segnalare il problema, dunque, il pentastellati trevigiani hanno promosso la mobilitazione nel "salotto buono" della città.