Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo il 54enne che investì il compagno della titolare della Cantina espanola

TENTATO OMICIDIO A POVEGLIANO: ACCUSE PIÙ GRAVI PER DALLA CIA

Il pm Laura Reale contesta all'uomo anche le lesioni a pubblico ufficiale



POVEGLIANO
– (gp) Si aggrava la posizione di Gianantonio Dalla Cia, l'agricoltore 54enne di Povegliano finito davanti al giudice con l'accusa di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale per aver scagliato il proprio fuoristrada contro la vetrata del bar Cantina Espanola di Povegliano, investendo e ferendo Elvis Hagori (10 giorni di prognosi), il fidanzato della titolare Valentina Bonan, e un passante.

Il pm Laura reale, titolare del fascicolo a carico dell'uomo, difeso dall'avvocato Carlo Isidoro Colombo, ha infatti modificato il capo d'imputazione contestando al 54enne anche il reato di lesioni a pubblico ufficiale. Motivo per cui la difesa ha chiesto un termine ottenendo il rinvio dell'udienza, che sarà celebrata con rito abbreviato di fronte al gup Bruno Casciarri a metà marzo.

Stando a quanto ricostruito dalla Procura di Treviso, il 54enne stava bevendo qualche bicchiere proprio con la parte offesa fino a che, complici l'alcol e forse il caldo, tra loro nacque un diverbio pare per alcune frasi razziste rivolte da Dalla Cia a un gruppo di albanesi che qualche sera prima gli avevano lasciato il conto da pagare. Prima sarebbe volato un pugno che ha fatto cadere Elvis a terra, poi sarebbe uscito dal locale prendendosela con l'auto del giovane. Dopo averla speronata con la sua Freelander, Dalla Cia avrebbe cercato di investirlo travolgendo anche i tavolini del bar.

Ma non basta: poi avrebbe lanciato il suo fuoristrada contro la vetrata del locale sfondandola e investendo sia Elvis (rimasto a terra privo di sensi) che un altro avventore. Un pomeriggio di follia che soltanto il sindaco Rino Manzan, chiamato dalla vicina biblioteca, riuscì a calmare facendo ragionare il 54enne fino all'arrivo dei carabinieri. Anche i militari, proprio a fronte di questa nuova contestazione, sarebbero stati presi di mira dal 54enne il quale, resistendo all'arresto, avrebbe procurato loro ferite giudicate guaribili rispettivamente in 15 e 3 giorni di prognosi.