Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coach Pillastrini ringrazia il pubblico-record dopo il successo su Chieti

"GRAZIE AI NOSTRI TIFOSI, CI HANNO DATO UNA GRANDE SPINTA"

"E' stata durissima, loro ci hanno messo in difficoltà"


TREVISO - Il giorno dopo la magica serata del Palaverde, con la De' Longhi a battere Chieti quasi alla sirena, l'ambiente è del tutto euforico. E coach Stefano Pillastrini così commenta l'atmosfera (recortd di pubblico con 5208) e la prestazione dei suoi. "Diciamo che abbiamo avuto un po’ di fortuna, che però altre volte non ci aveva sorriso, la buona sorte ce la siamo sempre dovuta cercare ed è giusto che ora ce la godiamo. E’ una grande vittoria di tutti davanti all‘Italia intera: soprattutto della città e del pubblico, al quale siamo andati dietro: sono stati i tifosi che ci hanno dato la spinta. Ma è stata la vittoria anche della società. Non voglio essere retorico né banale, ma è andata come meglio non poteva, è stata davvero una serata splendida, un autentico spot per la pallacanestro: se venerdì al Palaverde c’era qualche neofita, molto probabilmente tornerà a vederci.>
Chieti vi ha messo in seria difficoltà, coach.
"La gara l’avevano preparata benissimo, ad ogni nostro gioco d’attacco c’era un loro adattamento difensivo e noi i nostri buoni tiri li sbagliavamo tutti. Però in queste situazioni così difficili i ragazzi hanno dimostrato un carattere straordinario: l’abbiamo tenuta in piedi con i rimbalzi offensivi; inoltre la difesa ha retto sempre. Vero, ci hanno infilato una serie di bombe, ma era costruite bene con i loro 4 precisissimi tiratori da fuori, e comunque si sono fermati a 61 punti. E’ questo che ci ha permesso di spuntarla, compresi quei due-tre spunti in attacco che prima non trovavamo mai. In quanto all’attacco alla zona, se trovi chi la fa con convinzione tu hai dei problemi, anche se l’avevi preparato bene. Speriamo di aver pagato lo scotto, anche se il problema è più di medie che di costruzione di tiri. Vorrei citare Mauro Pinton: è stato importante perché ha messo in ritmo Negri, i cui canestri ci hanno rimesso in pista quando prima, non segnando mai, ci aspettavano nella loro area sfidandoci da fuori. E nell‘ultima azione Fantinelli all‘inizio non ha avuto il controllo totale della situazione, poi però ha capito in corsa dando a Fabi il pick and roll centrale vincente."