Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Resana, nel mirino la "Jackpot", un complice è scappato

TENTANO FURTO IN SALA SLOT, UN LADRO ARRESTATO DAI CARABINIERI

Cellulare del titolare collegato con le telecamere di videosorveglianza


RESANA - Hanno tentato di mettere a segno un furto alla sala slot "Jackpot" di Resana ma il sistema d'allarme ha permesso al titolare di sventare il colpo: attraverso una App del suo cellulare, collegato all'impianto di videsorveglianza, ha coordinato l'intervento dei carabinieri. L'episodio è avvenuto alle 4 di stanotte. Un ladro di nazionalità romena, Stefan Bogdanel Caldararu, un 38enne di Chioggia, incensurato, è stato arrestato dai militari che sono intervenuti sul posto mentre il complice è riuscito a dileguarsi a piedi. A comporre il 112 è stato, come detto, il titolare della sala slot che è stato allertato dal suo sistema d'allarme che gli permette di poter visionare dal telefono cellulare le telecamere di sorveglianza: in questo modo è riuscito ad allertare i militari descrivendo loro quanto stava avvenendo. Il malvivente, bloccato mentre stava cercando di scassinare la porta d'ingresso, è stato arrestato e processato per direttissima in mattinata: per lui è scattata una condanna ad un anno di reclusione e al pagamento di una multa di 100 euro. Il complice, anche lui un romeno di 38 anni e già noto alle forze dell'ordine, sarà rintracciato nelle prossime ore e denunciato a piede libero. Entrambi erano con il volto travisato, muniti di attrezzi da scasso, ricetrasmittenti e indossavano dei calzettoni sopra le scarpe per non lasciare a terra impronte. Il commento del comandante dei carabinieri di Castelfranco, Salvatore Gibilisco.