Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Resana, nel mirino la "Jackpot", un complice è scappato

TENTANO FURTO IN SALA SLOT, UN LADRO ARRESTATO DAI CARABINIERI

Cellulare del titolare collegato con le telecamere di videosorveglianza


RESANA - Hanno tentato di mettere a segno un furto alla sala slot "Jackpot" di Resana ma il sistema d'allarme ha permesso al titolare di sventare il colpo: attraverso una App del suo cellulare, collegato all'impianto di videsorveglianza, ha coordinato l'intervento dei carabinieri. L'episodio è avvenuto alle 4 di stanotte. Un ladro di nazionalità romena, Stefan Bogdanel Caldararu, un 38enne di Chioggia, incensurato, è stato arrestato dai militari che sono intervenuti sul posto mentre il complice è riuscito a dileguarsi a piedi. A comporre il 112 è stato, come detto, il titolare della sala slot che è stato allertato dal suo sistema d'allarme che gli permette di poter visionare dal telefono cellulare le telecamere di sorveglianza: in questo modo è riuscito ad allertare i militari descrivendo loro quanto stava avvenendo. Il malvivente, bloccato mentre stava cercando di scassinare la porta d'ingresso, è stato arrestato e processato per direttissima in mattinata: per lui è scattata una condanna ad un anno di reclusione e al pagamento di una multa di 100 euro. Il complice, anche lui un romeno di 38 anni e già noto alle forze dell'ordine, sarà rintracciato nelle prossime ore e denunciato a piede libero. Entrambi erano con il volto travisato, muniti di attrezzi da scasso, ricetrasmittenti e indossavano dei calzettoni sopra le scarpe per non lasciare a terra impronte. Il commento del comandante dei carabinieri di Castelfranco, Salvatore Gibilisco.