Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pieve di Soligo, saranno messi a disposizione delle societą sportive del territorio

ASCO HOLDING DONA DEFIBRILLATORI A 92 COMUNI

La consegna stamani con la presidentessa Silvia Rizzotto e Luca Zaia


PIEVE DI SOLIGO - I 92 Comuni delle province di Treviso, Belluno, Venezia e Pordenone soci di “Asco Holding”, Società controllante il Gruppo Ascopiave, hanno ricevuto oggi un defibrillatore semiautomatico ciascuno, donato nell’ambito dell’iniziativa “Asco Holding Per la Vita”, che ha riunito oggi a Pieve di Soligo, nella sede della Società, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, i Sindaci dei Comuni soci, la Presidente di Asco Holding Silvia Rizzotto, il Responsabile del Suem 118 della Regione del Veneto Paolo Rosi, il delegato del Coni provinciale di Treviso Giovanni Ottoni. La donazione di queste macchine consentirà ad ognuna delle Amministrazioni Comunali di mettere a disposizione delle società sportive operanti nel proprio territorio uno strumento fondamentale per la salute di chi fa sport, soprattutto quello amatoriale dove i controlli sanitari non sono così approfonditi, e di chi assiste alle manifestazioni sportive. Zaia, ricordando l’impegno della Regione in questo settore, con 300 defibrillatori già acquistati e distribuiti e altri 200 in corso di acquisto, ha definito quella di Asco Holding “una bella iniziativa, che testimonia l’importante impegno sociale di questa Società e che sostiene concretamente, anche con un numero significativo di apparecchi, la lotta contro le morti improvvise in ambiente extraospedaliero”.
“In un momento come questo, con i tagli ancora una volta lineari e dissennati che il Governo sta imponendo anche alle Regioni virtuose, che per il Veneto vorranno dire 240 milioni in meno per la sanità nel 2015 – ha detto Zaia – c’è davvero bisogno di tutti per continuare a garantire ai cittadini veneti l’assistenza sanitaria d’eccellenza che hanno e che meritano. Grazie dunque per questi 92 salvavita in più che garantiscono nuova sicurezza”. Parlando di fronte ad una platea di Sindaci, Zaia ha richiamato la necessità di “fare squadra tutti, aldilà della casacca politica indossata, per difendere i diritti di cittadini che ogni anno lasciano a Roma 21 miliardi di residuo fiscale attivo e rischiano di vedersi tagliata la sanità che funziona e che la Regione eroga senza un euro di addizionale Irpef (unica in Italia), senza ticket aggiuntivi oltre a quelli imposti a livello nazionale, cercando giorno per giorno di utilizzare al meglio ogni euro investito”. “So che voi mi capite – ha aggiunto il Governatore rivolto ai Sindaci – perché anche voi state vivendo lo stesso incubo nei vostri Comuni soffocati dal patto di stabilità e per questo chiedo a ognuno di voi di fare squadra, e di farvi sentire forte e chiaro a ogni livello, per evitare nuove ingiustizie alla nostra gente”.
Come ha spiegato Paolo Rosi, Responsabile del Suem 118 regionale, il defibrillatore è una macchina che funziona pressochè in autonomia, che può essere usata da chiunque con un minimo di formazione e che, in caso di arresto cardiaco, è fondamentale per coprire con un intervento immediato i minuti necessari ai soccorritori per giungere sul posto. In Veneto si verificano circa 2000 arresti cardiaci l’anno in ambiente extraospedaliero con un tasso di mortalità che, pur essendo il più basso d’Italia, raggiunge l’80%. Grazie a questa operazione, in 92 Comuni c’è una nuova risposta concreta ad una grave emergenza sanitaria.