Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 37enne montebellunese riacquista la libertą ma non potrą tornare a casa

PICCHIA IL PADRE 70ENNE: TORNA LIBERO MA ALLONTANATO DA CASA

Sabato notte venne scoperto dal genitore mentre rubava del denaro


MONTEBELLUNA – (gp) E' uscito di prigione ma è stato allontanato dalla casa familiare. Così ha deciso il gip Umberto Donà, come da richiesta del pm Massimo De Bortoli, nei confronti del 37enne montebellunese arrestato in flagranza di reato dai carabinieri di Cornuda dopo aver picchiato il padre 70enne e il fratello di 31 anni al culmine di una lite. L'uomo, celibe e disoccupato, è comparso di fronte al giudice per l'interrogatorio di convalida dell'arresto. Difeso dall'avvocato Giuseppe Basso, si è avvalso della facoltà di non rispondere. E' accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. L'epilogo di una vita familiare difficile la notte tra sabato e domenica. Il padre sente dei rumori nella camera da letto della sua casa, dove vive con i due figli. Credendo si trattasse di un ladro, ha istintivamente acceso la luce e ha scoperto il figlio maggiore frugare nel suo portafogli per prendere del denaro. Immediato è scattato il rimprovero: “Ancora soldi, non ti bastano quelli che ti do?”. Un affermazione che ha mandato su tutte le furie il giovane che iniziato a colpire il padre con calci e pugni, fino a farlo cadere a terra. Nel frattempo, sentito il frastuono, anche il figlio minore si è recato nella camera del padre. Vedendo la scena, ha difeso il genitore finendo per essere malmenato anche lui. Fu a quel punto che venne chiamato il 112 che intervenne immediatamente arrestando il 37enne, che prima di calmarsi ha inveito e minacciato anche i militari. Ora non potrà più tornare in quella casa: se violasse il divieto, scatterebbero immediate le manette.