Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Roberto Saccocci, medico del Benetton rugby non ha esitato e si Ŕ tuffato in acqua

TENTA IL SUICIDIO E SI GETTA NEL SILE, SALVATO DA UN MEDICO

Dramma sfiorato di fronte all'UniversitÓ, 76enne gravissimo


TREVISO - Ha tentato il gesto estremo gettandosi nelle acque gelide del Sile ma e' stato salvato da un medico dello staff del Benetton rugby, Roberto Saccocci che si trovava nei paraggi e non ha esitato neppure un istante: si e' tuffato e lo ha riportato a riva. Il dramma si e' consumato nella serata di ieri poco dopo le 20 lungo il ponte di legno di fronte all'università di Treviso. A cercare il suicidio un uomo di 76 anni, trevigiano e residente nella zona, spinto forse dalla depressione. Le sue condizioni sono gravissime: attualmente si trova ricoverato presso il Ca' Foncello di Treviso nel reparto di terapia intensiva con una grave forma di ipotermia e nella serata di ieri e' stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Senza l'intervento del medico (residente in via Venier a Treviso, anche lui portato in pronto soccorso per accertamenti) l'anziano non avrebbe avuto scampo, sarebbe stato inghiottito dalle acque del Sile, annegando. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri, richiamati da alcuni passanti, ed i vigili del fuoco di Treviso che hanno dato il loro supporto per salvare il 76enne. Ad assistere alla scena numerosi cittadini che stavano transitando nella zona ed hanno assistito impotenti alla tragedia. Sul fatto indagano ora i carabinieri che hanno svolto accertamenti nei confronti dell'anziano fino a tarda sera. Verrà probabilmente risentito dai militari anche Roberto Saccocci, il medico diventato suo malgrado un eroe: quando ha visto il 76enne gettarsi nel Sile non ha esitato neppure un istante e lo ha trascinato a riva.