Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Primo rincaro in cinque anni, pesa il crescente numero di non autosufficienti

L'ISRAA AUMENTA LE RETTE DELLE CASE DI RIPOSO DI UN EURO AL GIORNO

Il presidente Caldato: "Decisione sofferta ma ineludibile"


TREVISO - Il Consiglio di Amministrazione dell’Israa con decisione sofferta ma ineludibile, comunque consapevole delle grosse difficoltà che il contesto socio economico impone, ha deliberato per l’anno 2015 un modesto aumento delle quote di residenzialità quantificato in un euro al giorno (il costo di un caffè). Si tratta del primo aumento applicato nell’arco degli ultimi 5 anni su quote che, si badi bene, sono omnicomprensive di ogni servizio.
Si evidenzia che le nuove tariffe si pongono comunque tra le più basse a livello nazionale e in particolare nel nostro territorio.
Una delle ragioni che sta alla base di questo intervento consiste nella necessità di dare nuovi servizi a quella fascia di anziani “autosufficienti” che per naturale decorso della vita necessitano di integrazione di servizi socio sanitari in quanto si avvicinano alla “non autosufficienza”.
La grande attenzione prestata alla gestione nei precedenti anni ha permesso di assorbire l’aumento fisiologico del costo della vita (Istat 2010-2015 pari all’8%) e altri costi, mantenendo comunque elevato il tenore dei servizi all’anziano, che rimane sempre l’obiettivo “principe” del nostro operato.
L’Israa considerata la situazione generale circa l’esponenziale aumento della popolazione anziana (oggi 23% dell’intera popolazione e la previsione futura è del 33% nel 2050) e le correlate necessità che tale situazione impone, si sta attivando per venire incontro alle nuove ed epocali esigenze, offrendo servizi innovativi in totale sintonia e sinergia con le amministrazioni locali e gli organi sociali del territorio.