Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vidor, ai titolari dell'azienda, Andrea e Giuseppe Vidori, chiesto un maxi-risarcimento

TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI, PRIMA CONDANNA PER LA "VIDORI"

Sentenza di primo grado a Brindisi, tre anni per Maurizio Chiesurin


VIDOR - Tre anni di reclusione, interdizione per cinque anni dai pubblici uffici, interdizione dall'esercitare l'attività di gestione dei rifiuti per un anno. Questa la condanna emessa dal tribunale di Brindisi, al termine del processo di primo grado per traffico illecito di rifiuti, nei confronti di Andrea e Giuseppe Vidori, di 34 e 72 anni, titolari dell'omonima azienda con sede a Vidor in via Pittoni. Condannato a tre anni di reclusione anche Maurizio Chiesurin, il factotum dell'azienda trevigiana che come i proprietari della nota azienda specializzata nello smaltimento sarà condannato anche a pagare un maxi-risarcimento al Ministero dell'Ambiente. Oltre ad Andrea e Giuseppe Vidori e a Maurizio Chiesurin sono state altre sei le condanne emesse dal tribunale pugliese. L'indagine della Guardia Forestale di Treviso aveva preso avvio nel 2006 con la scoperta di un traffico illecito di rifiuti tossico-nocivi (tra cui fanghi e metalli pesanti), provenienti da varie aziende venete, che da Treviso venivano inviati e stoccati presso una discarica che si trova nelle campagne di Brindisi e di proprietà della “Formica ambiente”. Il fascicolo d'inchiesta venne poi trasferito alla Procura di Brindisi. Il sito venne sequestrato nel 2009 dai carabinieri del Noe di Lecce e stessa sorte ebbe anche la “Vidori”, in un'operazione che portò anche all'arresto dei proprietari: con la sentenza del tribunale di Brindisi questo sarà dissequestrato e restituito ai proprietari. Il prossimo 5 maggio prenderà avvio presso il tribunale di Treviso un nuovo processo a carico di Andrea e Giuseppe Vidori e a Maurizio Chiesurin, accusati questa volta di aver trasferito illecitamente rifiuti all'estero, in particolar modo in Germania. I fatti risalgono agli anni 2008 e 2009.