Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vidor, ai titolari dell'azienda, Andrea e Giuseppe Vidori, chiesto un maxi-risarcimento

TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI, PRIMA CONDANNA PER LA "VIDORI"

Sentenza di primo grado a Brindisi, tre anni per Maurizio Chiesurin


VIDOR - Tre anni di reclusione, interdizione per cinque anni dai pubblici uffici, interdizione dall'esercitare l'attività di gestione dei rifiuti per un anno. Questa la condanna emessa dal tribunale di Brindisi, al termine del processo di primo grado per traffico illecito di rifiuti, nei confronti di Andrea e Giuseppe Vidori, di 34 e 72 anni, titolari dell'omonima azienda con sede a Vidor in via Pittoni. Condannato a tre anni di reclusione anche Maurizio Chiesurin, il factotum dell'azienda trevigiana che come i proprietari della nota azienda specializzata nello smaltimento sarà condannato anche a pagare un maxi-risarcimento al Ministero dell'Ambiente. Oltre ad Andrea e Giuseppe Vidori e a Maurizio Chiesurin sono state altre sei le condanne emesse dal tribunale pugliese. L'indagine della Guardia Forestale di Treviso aveva preso avvio nel 2006 con la scoperta di un traffico illecito di rifiuti tossico-nocivi (tra cui fanghi e metalli pesanti), provenienti da varie aziende venete, che da Treviso venivano inviati e stoccati presso una discarica che si trova nelle campagne di Brindisi e di proprietà della “Formica ambiente”. Il fascicolo d'inchiesta venne poi trasferito alla Procura di Brindisi. Il sito venne sequestrato nel 2009 dai carabinieri del Noe di Lecce e stessa sorte ebbe anche la “Vidori”, in un'operazione che portò anche all'arresto dei proprietari: con la sentenza del tribunale di Brindisi questo sarà dissequestrato e restituito ai proprietari. Il prossimo 5 maggio prenderà avvio presso il tribunale di Treviso un nuovo processo a carico di Andrea e Giuseppe Vidori e a Maurizio Chiesurin, accusati questa volta di aver trasferito illecitamente rifiuti all'estero, in particolar modo in Germania. I fatti risalgono agli anni 2008 e 2009.