Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'avvocato Vasoin De Prosperi: "Sentenza che ci ha sorpreso, il ricorso sarà vigoroso"

TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI: I VIDORI RICORRERANNO IN APPELLO

Giuseppe e Andrea, padre e figlio, sono stati condannati a 3 anni


VIDOR – (gp) “E' stata una sentenza che ci ha sorpreso. Aspetteremo il deposito delle motivazioni fissato fra 90 giorni ma sicuramente presenteremo un vigoroso e corposo ricorso in appello”. Parole dell'avvocato Giovanni Vasoin De Prosperi, difensore di Giuseppe e Andrea Vidori, i due imprenditori di Vidor finiti in un'inchiesta della Procura di Brindisi per un traffico illecito di rifiuti tossico nocivi nella discarica di Formica ambiente srl, nelle campagne tra Brindisi e San Vito dei Normanni. Padre e figlio, di 62 e 36 anni, assieme a un altro trevigiano, Maurizio Chiesurin (difeso dall'avvocato Chiara Menegon), sono stati infatti condannati a tre anni di reclusione. Come sottolineato dall'avvocato Vasoin De Prosperi, i due imprenditori, che hanno sempre respinto le accuse, sono convinti che la verità verrà stabilita in appello. Convinzione che deriva dal fatto che, quando nel 2009 vennero colpiti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, prima la Cassazione e poi il Tribunale di Lecce annullarono proprio quell'ordinanza per la mancanza dei gravi indizi di colpevolezza e delle esigenze cautelari. Un doppio pronunciamento che ha portato, anche a dibattimento, ulteriori elementi favorevoli agli imputati. Il ricorso in appello dell'avvocato Vasoin De Prosperi prenderà in esame anche questo aspetto, per dimostrare la totale estraneità dei suoi assistiti, che non hanno più avuto rapporti con la Formica ambiente srl, dai fatti contestati.