Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO In studio il direttore d'orchestra, maestro Giorgio Sini

CLASSICA/186: I TRE PILASTRI DELLA MUSICA

Bach, Beethoven e Chopin segnano i tre momenti chiave della storia



TREVISO
- Potrebbe sembrare strano cercare di mettere vicino tre grandi della musica classica come J.S. Bach, L.v. Beethoven e F. Chopin... interpreti di diversi periodi storici musicali, dal gotico al classico fino al romanticismo. Ma assieme al mestro Giorgio Sini, proveremo a tracciare alcune affinità che li legano, rendendoli un'unica grande frase: dall'inizio rappresentato dall'architetto Bach che in qualche modo ha creato le basi per la musica, passando per il culmine classico dell'elaboratore geniale quale era Beethoven, giungendo alla conclusione di uno Chopin in grado di proiettare nel futuro questi insegnamenti.
Buon ascolto!


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
17/01/2015 - Classica/185: Il fagotto di Giaccaglia
10/01/2015 - Classica/184: Recital di Irina Vaterl
03/01/2015 - Classica/183: Paolo Tagliamento e il suo violino
01/01/2015 - Classica/182: capodanno 2015
24/12/2014 - Classica/181: Buon Natale!
06/12/2014 - Classica/178: pianoforte a 6 mani
29/11/2014 - Classica/177: Ettore Gracis
22/11/2014 - Classica/176: KyungHwa Park e Nala Baik
15/11/2014 - Classica/175: il piano concerto 1 di Chopin
09/11/2014 - Classica/174: il destino di Beethoven
02/11/2014 - Classica/173: Lino Liviabella
24/10/2014 - Classica/172: Efrem Casagrande
18/10/2014 - Classica/171: Alberto e Gabriella Gentili
11/10/2014 - Classica/170: due stelle della lirica
27/09/2014 - Classica/169: Paolo Tagliamento al Prosecco Classic Festival