Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO In studio il direttore d'orchestra, maestro Giorgio Sini

CLASSICA/186: I TRE PILASTRI DELLA MUSICA

Bach, Beethoven e Chopin segnano i tre momenti chiave della storia



TREVISO
- Potrebbe sembrare strano cercare di mettere vicino tre grandi della musica classica come J.S. Bach, L.v. Beethoven e F. Chopin... interpreti di diversi periodi storici musicali, dal gotico al classico fino al romanticismo. Ma assieme al mestro Giorgio Sini, proveremo a tracciare alcune affinità che li legano, rendendoli un'unica grande frase: dall'inizio rappresentato dall'architetto Bach che in qualche modo ha creato le basi per la musica, passando per il culmine classico dell'elaboratore geniale quale era Beethoven, giungendo alla conclusione di uno Chopin in grado di proiettare nel futuro questi insegnamenti.
Buon ascolto!


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
17/01/2015 - Classica/185: Il fagotto di Giaccaglia
10/01/2015 - Classica/184: Recital di Irina Vaterl
03/01/2015 - Classica/183: Paolo Tagliamento e il suo violino
01/01/2015 - Classica/182: capodanno 2015
24/12/2014 - Classica/181: Buon Natale!
06/12/2014 - Classica/178: pianoforte a 6 mani
29/11/2014 - Classica/177: Ettore Gracis
22/11/2014 - Classica/176: KyungHwa Park e Nala Baik
15/11/2014 - Classica/175: il piano concerto 1 di Chopin
09/11/2014 - Classica/174: il destino di Beethoven
02/11/2014 - Classica/173: Lino Liviabella
24/10/2014 - Classica/172: Efrem Casagrande
18/10/2014 - Classica/171: Alberto e Gabriella Gentili
11/10/2014 - Classica/170: due stelle della lirica
27/09/2014 - Classica/169: Paolo Tagliamento al Prosecco Classic Festival