Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rito abbreviato per Ijwe Anthony Chukwuemeka: sarebbero sei le vittime

SPOGLIATE E TOCCATE IN CAMERINO: SCONTRO DI PENA PER IL VIGILANTE

Il 41enne nigeriano è accusato di violenza sessuale aggravata


TREVISO – (gp) Usufruirà dello sconto di un terzo della pena Ijwe Anthony Chukwuemeka, l'addetto alla vigilanza del negozio di abbigliamento Oviesse in pieno centro storico a Treviso arrestato dalla Squadra Mobile e finito agli arresti domiciliari a Mira per violenza sessuale aggravata nei confronti di sei ragazze, due di appena 16 anni. Il 41enne nigeriano, difeso dall'avvocato Alessandra Nava, ha infatti scelto di essere giudicato con rito abbreviato e dovrà tornare di fronte al gup Silvio Maras il prossimo 21 aprile, giorno in cui verrà anche pronunciata la sentenza. Secondo quanto sostenuto dalla Procura di Treviso l'uomo avrebbe molestato sei giovanissime che sarebbero state costrette, con il pretesto di una perquisizione, a spogliarsi completamente nei camerini e in quattro casi palpeggiate. Il primo episodio contestato dalla Procura di Treviso risale all'ottobre del 2013 e vide come vittima una minorenne che venne fatta denudare e toccata nelle parti intime; poi altre due ragazze che si erano presentate alla squadra mobile hanno raccontato di essere state fatte spogliare del tutto, e infine le ultime tre giovani, due minori ed una 18enne, “ispezionate” a fine maggio dal 41enne perchè accusate del furto di una maglietta. Nessuna di loro è stata segnalata mai alla polizia dall'imputato: le coinvolte infatti spesso si rendevano protagoniste di piccoli furti o tentati furti e, secondo l'accusa, l'addetto alla sicurezza avrebbe “barattato” il suo silenzio per nascondere quei presunti abusi.