Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, Zaia: "Situazione fuori controllo", intervengono i carabinieri

SIT-IN DEI PROFUGHI, TRAFFICO IN TILT DA REVINE A SERRAVALLE

In 120 escono dal Ceis e occupano la strada: "Vogliamo i documenti"


VITTORIO VENETO - Sono usciti dal Ceis di via Marconi a Vittorio Veneto ed hanno raggiunto la statale di Alemagna dando vita ad un sit-in che ha completamente paralizzato il traffico della zona. Questa la protesta avviata stamani da 120 profughi che da mesi sono ospiti presso la struttura trevigiana di prima accoglienza. Gli stranieri chiedevano in particolare che vengano dati loro i documenti necessari per poter uscire dal Paese ed espatriare. Sul posto sono giunti i carabinieri ed alcuni agenti della Digos della Questura che hanno convinto i profughi a rientrare all'interno del Ceis. Nel frattempo il blocco stradale ha mandato in tilt il traffico dell'intero distretto sanitario di Serravalle, fino a Revine Lago. Non è ovviamente mancata la polemica politica. “La situazione è completamente fuori controllo -ha dichiarato il governatore Luca Zaia in una nota- i profughi impediscono ai veneti di andare a lavorare, agli studenti di andare a scuola e alla gente di girare per le strade del proprio comune. È una situazione indecente e che segnala il totale disinteresse del Governo per il problema della gestione dei profughi”.