Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Ma l'obiettivo resta uno solo: l'indipendenza del Veneto"

INDIPENDENZA VENETA CORRERÀ ALLA PROSSIME ELEZIONI REGIONALI

Nessun dubbio sul candidato presidente: sarà Alessio Morosin


VIGONZA - Indipendenza Veneta parteciperà alle prossime elezioni regionali. O meglio, come spiegano i vertici, alle elezioni per il Parlamento Veneto.
A deliberarlo, i soci ordinari del movimento, riuniti in assemblea a Vigonza, nel Padovano, in rappresentanza degli oltre 5mila aderenti. La decisione è stata approvata all'unanimità ed è stato dato mandato al Consiglio direttivo nazionale di individuare il nome del candidato presidente. La scelta, tuttavia, non è stata difficile e sono sorti ben pochi dubbi nell'indicare, come portabandiera nella corsa verso Palazzo Balbi, la figura più rappresentativa ed uno dei fondatori del movimento, l'avvocato Alessio Morosin. L'assise ha salutato l'ufficializzazione della candidatura con un applauso di oltre cinque minuti ed una standing ovation, ricordando che Morosin è ancor oggi l'unico consigliere regionale veneto ad aver rinunciato spontaneamente al vitalizio previsto dalla legge, pari a circa duemila euro al mese.
La scelta di prendere parte alle elezioni, comunque, non cambierà le priorità di Indipendenza Veneta: "Il nostro programma prevedeva un solo punto e rimarrà sempre tale: Indipendenza punto fermo", hanno ribadito Morosin e gli altri dirigenti. Il movimento ha pure rilanciato una proposta politica, battezzata Ami Veneto, che vedrà il coinvolgimento di tutte le amministrazioni comunali del Veneto. Grazie anche alla campagna per le ormai imminenti regionali, il partito vuole essere protagonista della scena politica veneta "per dare finalmente al questo Popolo, non solo una speranza, ma una prova concreta che l'indipendenza si può fare e si farà".