Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Insolita richiesta di un'automobilista di Valdobbiadene inoltrata all'amministrazione

MULTATA DI 41 EURO VUOLE PAGARE LAVORANDO PER IL COMUNE

"Pronta a mansioni socialmente utili", il sindaco: "Impossibile"


VALDOBBIADENE – (gp) Lavori socialmente utili per evitare di aprire il portafogli e pagare ugualmente una multa. L'idea, o meglio, la richiesta è pervenuta sul tavolo del sindaco di Valdobbiadene Luciano Fregonese. Ad avanzarla un'automobilista alla quale è stata elevata una sanzione amministrativa per divieto di sosta. Un importo di appena 41 euro che la donna dice però di non riuscire a pagare. La diretta interessata infatti spiega la propria richiesta, in una lettera inviata al primo cittadino, sostenendo di dover rinunciare a molte cose perché fatica ad arrivare a fine mese. Contestando la sanzione, sostiene inoltre che rivolgersi al giudice di pace le costerebbe molto di più che saldare il conto con l'amministrazione comunale per cui l'unico modo per “mettere tutti d'accordo” potrebbe essere quello di estinguere il debito, senza controversie legali, effettuando dei lavori socialmente utili. Almeno questa è la richiesta che la donna ha fatto al indaco Fregonese, attenendo una risposta in merito. “Sarebbe una novità - precisa l'avv. Fabio Capraro - l'introduzione anche nel diritto civile di questa applicazione, nata solo nella materia penale e applicata in particolar modo per la circolazione stradale. Però – conclude il legale - ci vorrebbe una legge ad hoc”. Non è il primo caso anomalo che accade a Valdobbiadene. Un parrucchiere infatti, dopo aver preso una multa di 300 euro per un poster attaccato sulla vetrata all'interno della porta del suo negozio, ha pagato consegnando prodotti il cui prezzo copriva l'ammontare di quanto comminato dalla polizia municipale. Un altro caso riguarda un suo concittadino, al centro di una disputa con il fisco, che ha invece “pagato” una multa di 1.750 euro allo Spisal di Montebelluna consegnando la mucca che teneva in una stalla.