Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Insolita richiesta di un'automobilista di Valdobbiadene inoltrata all'amministrazione

MULTATA DI 41 EURO VUOLE PAGARE LAVORANDO PER IL COMUNE

"Pronta a mansioni socialmente utili", il sindaco: "Impossibile"


VALDOBBIADENE – (gp) Lavori socialmente utili per evitare di aprire il portafogli e pagare ugualmente una multa. L'idea, o meglio, la richiesta è pervenuta sul tavolo del sindaco di Valdobbiadene Luciano Fregonese. Ad avanzarla un'automobilista alla quale è stata elevata una sanzione amministrativa per divieto di sosta. Un importo di appena 41 euro che la donna dice però di non riuscire a pagare. La diretta interessata infatti spiega la propria richiesta, in una lettera inviata al primo cittadino, sostenendo di dover rinunciare a molte cose perché fatica ad arrivare a fine mese. Contestando la sanzione, sostiene inoltre che rivolgersi al giudice di pace le costerebbe molto di più che saldare il conto con l'amministrazione comunale per cui l'unico modo per “mettere tutti d'accordo” potrebbe essere quello di estinguere il debito, senza controversie legali, effettuando dei lavori socialmente utili. Almeno questa è la richiesta che la donna ha fatto al indaco Fregonese, attenendo una risposta in merito. “Sarebbe una novità - precisa l'avv. Fabio Capraro - l'introduzione anche nel diritto civile di questa applicazione, nata solo nella materia penale e applicata in particolar modo per la circolazione stradale. Però – conclude il legale - ci vorrebbe una legge ad hoc”. Non è il primo caso anomalo che accade a Valdobbiadene. Un parrucchiere infatti, dopo aver preso una multa di 300 euro per un poster attaccato sulla vetrata all'interno della porta del suo negozio, ha pagato consegnando prodotti il cui prezzo copriva l'ammontare di quanto comminato dalla polizia municipale. Un altro caso riguarda un suo concittadino, al centro di una disputa con il fisco, che ha invece “pagato” una multa di 1.750 euro allo Spisal di Montebelluna consegnando la mucca che teneva in una stalla.