Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12░ Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Negozianti ignari della tossicitÓ dei prodotti, 133 esercizi controllati in tutta Italia

PESTICIDI PERICOLOSI, SEQUESTRI ANCHE A CODOGN╚ E A SAN PIETRO

Blitz della Gdf di Cagliari e del ministero delle politiche agricole


CODOGNE' - Ci sono anche due negozi di prodotti per l'agricoltura, a San Pietro di Feletto e a Codognè, tra i 133 esercizi commerciali ispezioni dalla Guardia di Finanza di Cagliari e dai funzionari dell'ispettorato centrale della tutela della qualità del ministero delle politiche agricole e forestali nell'ambito dell'operazione “mela stregata” che ha portato complessivamente al sequestro, a livello nazionale di 16 tonnellate e mezzo di prodotti per l'agricoltura e 90 tonnellate di prodotti illeciti immessi sul mercato, per un valore di 7 milioni di euro. Si tratta di prodotti per l'agricoltura potenzialmente pericolosi. I vari esercizi commerciali, secondo l'accusa, avrebbero acquistato dalle società Icas Srl di Milano e Di Novas Italia di Uta, e immesso sul mercato, prodotti denominati corroboranti e preparati bio dinamici non conformi alla legislazione nazionale e altamente pericolosi per la salute pubblica, quali insetticidi, fungicidi e nematocidi ottenuti da estratti vegetali o prodotti derivanti dalla specie sophora flavescens. A San Pietro di Feletto sono stati posti i sigilli a 150 litri di concime azotato; altri 12 litri sono stati rinvenuti a Codognè. Entrambi i titolari dei negozi erano ignari della pericolosità del prodotto messo in commercio.