Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

AUDIO - Eletto presidente il primo cittadino di Valdobbiadene

CONSORZIO BIM PIAVE, VINCONO I SINDACI "RIBELLI"

Fregonese: "La mia gestione in continuità con la precedente"


TREVISO - Luciano Fregonese è il nuovo presidente del Bim Piave. L'ha eletto l'assemblea dei comuni del consorzio con 18 voti su 32 (due le amministrazioni assenti). Passa dunque la linea di cambiamento sostenuta dal gruppo di sindaci capeggiati da Riccardo Szumsky, alla guida del municipio di Santa Lucia di Piave, contro il fronte che vedeva l'inedita alleanza tra Lega e Pd ed aveva indicato come candidato Albino Cordiali, sindaco di Vidor. Dopo una prima votazione in cui nessuno aveva raggiunto il quorum, la squadra dei 18 amministratori che sostenevano Fregonese si è ricompattata, eleggendo dunque il primo cittadino di Valdobbiadene alla presidenza. Fregonese tuttavia rifiuta l'etichtta di “ribelli” e ribadisce che la sua gestione sarà in continuità con la precedente.
“Come sindaco in carica da pochi mesi, aver avuto la possibilità di rappresentare un consorzio così importante per il nostro territorio mi dà grande soddisfazione e mi impegna molto – ribadisce Fregonese -. Ricevo un’eredità importante, di cui, in assemblea ho già ringraziato il mio predecessore, Battista Zardet. Mi metto a disposizione, con volontà di imparare, per far sì che il Bim dia la possibilità alle amministrazioni realizzare quegli interventi resi sempre più difficili dal patto di stabilità”. Il neo presidente assicura di non voler creare strappi: “Ci hanno definito i ribelli, ma sinceramente non capisco rispetto a cosa. Nel mio paese rappresento una civica eterogenea e trasversale, in cui ognuno ha messo a disposizione tempo e capacità, a servizio dei cittadini: voglio portare questo spirito anche all’interno del Bim. Con le scorse elezioni comunali, la maggior parte delle giunte era cambiata, dunque era necessario eleggere un nuovo cda. Ma non vedo nessuna ribellione. Nel gruppo dei 18 comuni che mi hanno candidato ci sono amministrazioni di diversi colori, abbiamo sempre ragionato sul programma per il territorio. Ora questo programma lo porterò avanti per tutti i 34 soci”.
Nessuna contrapposizione, garantisce, neppure con le segreterie dei partiti, anche se totale estraneità a logiche di spartizione, e priorità a rafforzare i servizi per le amministrazioni socie e, dunque, per i cittadini.
E il cambiamento ai vertici di Bim, sottolinea il sindaco di Valdobbiadene, non si traduce in un automatico ribaltone anche all'interno di Asco Holding, la società di controllo del gruppo AscoPiave, di cui i comuni del consorzio detengono circa il 40% delle quote.