Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ma il governatore Zaia: "Non c'è battaglia e Flavio non correrà da solo"

"BISOGNA CAPIRE CHI STA CON IL VENETO E L'AUTONOMIA DELLA LIGA"

Tosi rilancia la volontà di decidere le candidature per le regionali


VENEZIA - "Qui non si tratta di capire chi sta con Tosi, ma chi sta con il Veneto, e sta con il Veneto chi difende l'autonomia della Liga Veneta. Il federalismo lo si pratica all'interno del movimento. Siccome c'è uno statuto federale la lista la si decide in Veneto". Così Flavio Tosi torna a mettere i paletti sull'autonomia della segreteria veneta della Lega. Sulle ipotesi di strappo tra lui e il segretario federale Matteo Salvini, Tosi ha risposto: "bisogna prima parlarsi".
Il presidente della Regione Luca Zaia e candidato a succedere a se stesso, tuttavia, getta acqua sul fuoco del confronto in casa Lega in vista delle regionali 2015: "Non c'è battaglia – ribadisce Zaia -, c'è un confronto sereno e come accade sempre si troverà la soluzione". Il governatore dice anche di non considerare l'ipotesi di una discesa in campo 'solitaria' di Flavio Tosi: "A me questo non risulta – assicura -. Comunque, staremo a vedere dopo gli incontri che si faranno". "La campagna elettorale senza Tosi non esiste" ha aggiunto Zaia, che lunedì si incontrerà con lo stesso sindaco di Verona e con Salvini.