Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Maserada, nell'erogatore una "forchetta" per bloccare l'erogazione del denaro

POSTAMAT MANOMESSO, DUE DENUNCIATI

Scovati grazie alle telecamere un moldavo di 29 anni ed una 44enne


MASERADA - Hanno manomesso lo sportello Atm delle Poste di Maserada inserendo una specie di forchetta che bloccava l'erogazione del denaro: in questo modo hanno intascato centinaia di euro di ignari correntisti che pensavano probabilmente ad un guasto all'apparecchio. I furti sono avvenuti il 15 novembre ed il 4 dicembre dello scorso anno. Dopo una lunga e complessa indagine i carabinieri di Treviso hanno identificato e denunciato un moldavo di 29 anni ed una romena 44enne, entrambi pregiudicati e senza fissa dimora: dovranno rispondere di furto aggravato in concorso.
"La tecnica utilizzata, conosciuta come “cash trapping” o, più comunemente, come il sistema della “forchetta” -spiega in una nota il comandante dei carabinieri di Treviso, Stefano Mazzanti- consiste nell’inserite fraudolentemente uno strumento artigianale, a forma di forchetta appunto, nell’erogatore di denaro degli sportelli ATM per “raccogliere” il denaro degli ignari utenti che si recano allo sportello pur un comune prelievo di contante".
L’identificazione, eseguita dai militari della Stazione Carabinieri di Maserada sul Piave, è stata possibile grazie alla visione paziente dei filmati di video sorveglianza dell’ufficio postale, confrontati con i data base in possesso dell’Arma che raccolgono le foto segnaletiche di tutti coloro che si sono resi responsabili, a vario titolo, di reati che ne abbiano richiesto l’identificazione.