Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pordenone, blitz della Guardia di Finanza, sigilli a beni per un milione di euro

EVASIONE: MANETTE AL RE DEI NIGHT, SEQUESTRI ANCHE A TREVISO

Sottratti al fisco redditi per 3 milioni, 400 lap dancer irregolari


PORDENONE - Frode fiscale: questa la pesantissima accusa di cui dovrà rispondere un pordenonese di 50 anni, Stefano Caserta, titolare fino al 2012 del “Mille lire lap dance” di Zoppola (in provincia di Pordenone) e del “Parco delle Rose” di Pozzuolo (Udine). L'imprenditore è stato arrestato dalla Guardia di Finanza. Secondo quanto emerso nel corso delle indagini delle fiamme gialle, l’uomo avrebbe sottratto al fisco redditi per almeno tre milioni di euro, Iva per 850mila euro e imposta sugli intrattenimenti dal vivo per 750mila euro. Nel corso dei controlli sono stati individuati anche 400 lavoratori irregolari, per la maggior parte lap dancer e intrattenitrici notturne. Sotto sequestro beni mobili e immobili per un milione di euro sia Pordenone ma anche nelle province di Venezia, Milano, Bologna, Ferrara, Treviso e Trieste.