Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al taglio del nastro il governatore del Veneto Luca Zaia con Leonardo Muraro

RIFIUTI RICICLABILI: INAUGURATO IL NUOVO IMPIANTO DI CONTARINA

Franco Zanata: "Otterremo vantaggi e risparmi di natura logistica"



LOVADINA
- E’ stato inaugurato a Lovadina di Spresiano alla presenza, tra le autorità, anche del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e dal Presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, il nuovo impianto di Contarina per la valorizzazione del rifiuto riciclabile.
L’impianto permette la separazione e la selezione diretta e accurata di carta, cartone, vetro, platica, metalli ferrosi e non, materiali ingombranti che provengono dalla raccolta differenziata porta a porta svolta nei territori dei due 50 Comuni serviti da Contarina. Un materiale prezioso che, avviato ai processi di recupero e riciclo, viene trasformato in nuovi prodotti.
La struttura, realizzata con un investimento di oltre 4 milioni di euro presso l’esistente polo di Lovadina di Spresiano, si estende per circa novemila e trecento metri quadrati e prevede oltre tremila e cinquecento metri quadrati di tettoie per lo stoccaggio. La produzione attesa dell’impianto, misurata in flussi in uscita di materiale da avviare a riciclo o smaltimento, è stimata intorno alle 51 mila 239 tonnellate annue di rifiuti esclusivamente non pericolosi.
Tre le linee di lavorazione, progettate secondo la massima flessibilità impiantistica e il massimo controllo del processo: la prima per la selezione di plastiche, vetro e metalli; la seconda per la selezione di carta-cartone e indumenti; la terza per la selezione e la riduzione volumetrica dei rifiuti ingombranti.
“Con la realizzazione di questo nuovo impianto – ha detto oggi il presidente di Contarina S.p.a Franco Zanata – otterremo innanzitutto vantaggi e risparmi di natura logistica, potendo trattare “in casa” materiale che prima doveva invece essere portato a impianti di pre-trattamento fuori provincia. Ciò consente di raggiungere una maggiore autonomia gestionale, con una forte ottimizzazione dei costi”.
“Infine – ha concluso Zanata – l’impianto chiude il cerchio nel sistema Contarina di valorizzazione del materiale raccolto attraverso il porta a porta: poter gestire direttamente la prima fase di lavorazione significa infatti selezionare il rifiuto da valorizzare in funzione di ciò che viene maggiormente richiesto dal mercato dei materiali riciclabili. Inoltre grazie al nuovo impianto avvieremo sperimentazioni per la selezione e lavorazione di materiali di scarto che oggi non hanno nessuna valorizzazione, aumentando in maniera virtuosa le quantità di materiali da avviare a recupero”.
“Il nuovo impianto di Lovadina – ha detto nel corso della cerimonia di inaugurazione il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia – è una tappa importantissima nel processo, avviato da oltre 15 anni nella provincia di Treviso, che punta ad una gestione virtuosa, economica e ambientalmente sostenibile dei rifiuti. La storia di questi tre lustri ci dice che, grazie ad una vera e propria rivoluzione culturale che ha avuto come protagonisti innanzitutto i cittadini, il modello di raccolta differenziata di Contarina ha raggiunto livelli di efficienza che sono un esempio a livello nazionale e internazionale. La rivoluzione culturale della differenziata è la vera innovazione a cui, in tema di gestione ambientale, devono puntare tutti i territori di un Paese, il nostro, in cui ancora troppo spesso il rifiuto resta uno spreco e un pericoloso elemento inquinante”.