Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Procura scarta l'ipotesi di contestarlo a Bledian Bega: "Insostenibile a processo"

CARABINIERE INVESTITO DAI LADRI: NESSUN TENTATO OMICIDIO

La sera dell'arresto una donna, per paura, è rimasta chiusa in garage


Il comandante di Legione Detalmo Mezzavilla in visita a Maurizio BiasiniTREVISO – (gp) Nessun tentato omicidio. La Procura di Treviso, analizzati gli atti del processo per direttissima nei confronti dei tre albanesi arrestati sabato notte nel loro covo di via Don Milani, ha deciso che sarebbe insostenibile sostenere quell'accusa in tribunale in quanto sarebbe impossibile provare la volontà di uccidere dell'uomo alla guida dell'auto che ha investito il brigadiere Maurizio Biasini. Anche nel caso in cui gli inquirenti facessero dietrofront, l'accusa cadrebbe in aula in quanto le ferite riportate dal militare, seppur gravi, non avrebbero mai messo in pericolo la sua vita per cui il reato non sarebbe comunque configurabile. Bledian Bega, 34 anni, Bleda Noka, 33 anni e Lavdim Neziri, 39 anni, torneranno di fronte al giudice a metà marzo, chiamati a rispondere dei reati di ricettazione (dell'auto rubata e della refurtiva) furto aggravato, lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale. Contestazioni che comunque prevedono pene tra i 3 e i 7 anni di reclusione. Nel frattempo si è appreso che la notte del blitz dei carabinieri in via Don Milani, un'inquilina del palazzo è rimasta chiusa nel proprio garage dovendo chiamare i vigili del fuoco per uscire dal box. La donna era scesa nel seminiterrato per prendere la propria auto. Una volta sentito il trambusto, per paura, ha chiuso il basculante rimanendo intrappolata. Nessuno pare essersi accorto di lei, tanto che sono stati i pompieri a dover intervenire per farla uscire.