Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Consumi: segnali di alleggerimento, però male Natale e saldi

IL COMMERCIO DI MARCA PUNTA SU NICCHIE DI MERCATO E WEB

Salvadori, presidente Ascom: "Torna attuale il piccolo è bello"


TREVISO - Il commercio trevigiano punta sulle nicchie di mercato e sul web. Gli ultimi tre mesi dell'anno mostrano qualche segno di inversione di tendenza: quantomeno un'attenuazione di dati ancora complessivamente negativi. “Se non si può parlare ancora di ripresa, ci sono segnali univoci di alleggerimento che potrebbero costituire l'anticamera della ripresa”, sottolinea Vittorio Filippi, curatore del periodico Osservatorio sui consumi dell'Ascom Confcommercio di Treviso. Non sono bastati a rilanciare l'entusiasmo né le vendite natalizie, che dopo una partenza incoraggiante, sono definite “sobrie” dalla maggioranza degli imprenditori, né i saldi (ancora in corso): per un commerciante su due sono in linea con l'anno precedente, per un 40% addirittura peggio.
Si conferma, sopratttutto, l'orientamento dei trevigiani verso viaggi, vacanze, sport, benessere, mentre sono in calo apparecchi tecnologici e auto. Le nuove tendenze, secondo il presidente della Confcommercio Treviso, Renato Salvadori, riportano d'attualità un modello imprenditoriale tipicamente veneto: “Sempre più si deve fare i conti con nicchie di mercato, consumi non più massificati, ma molto diversificati. Questo fa tornare d'attualità il “piccolo è bello”: il piccolo infatti, può avere maggore capacità di personalizzazione e di rispondere alle nuove esigenze dei consumatori”. Non a caso, a registrare i risultati migliori, anche nel terziario, sono le ditte tra i 4 e i 10 addetti, in particolare situate nei centri urbani.
La seconda linea guida passa attraverso internet: ad oggi il 63% delle imprese terziarie della Marca non utilizza né i social network né il commercio elettronico, ma la proporzione secondo Salvadori è destinata a ribaltarsi in breve. “La rete è l'unico elemento di internazionalizzazione – spiega il presidente – per imprese che, essendo molto radicate nel territorio, rischierebbero altrimenti di essere penalizzate”. Per questo l'associazione sta organizzando corsi di formazione, ma ha in programma iniziative per aiutare gli operatori nella creazione di un portale o anche nella logistica retrostante alle vendite on line.