Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di violenza sessuale su sei pazienti con la scusa delle "gambie gonfie"

ABUSI ALLE VISITE DI IDONEITĄ SPORTIVA: CARDIOLOGO SOSPESO

Appello della Squadra Mobile: "Le vittime potrebbero essere di pił"


TREVISO – (gp) Un noto cardiologo è stato interdetto dall'attività medica per violenza sessuale nei confronti delle sue pazienti. A notificargli la misura cautelare della sospensione dell'attività professionale è stata la Squadra Mobile di Treviso dopo aver raccolto la denuncia di due pazienti e aver accertato la violenza sessuale, al momento, di sei donne tra i 22 e i 45 anni. L'uomo, un 50enne, vive in provincia di Venezia ma esercitava in strutture private trevigiane (e in nessuna pubblica) e svolgeva la mansione di medico sociale una società di calcio giovanile trevigiana. A lui si rivolgevano per ottenere il certificato di idoneità per attività sportive non agonistiche. Dalla testimonianza delle vittime sarebbe emerso che il professionista avrebbe effettuato l'esame cardiologico facendo spogliare le pazienti costringendole a restare solo con gli slip, cosa inusuale perché solitamente questa pratica medica viene svolta facendo alzare solo la maglietta.
Tra le altre stranezze, l'indagato, denunciato per violenza sessuale, c
on la scusa di attribuire al gonfiore delle gambe un problema di emorroidi
, avrebbe eseguito delle ispezioni rettali facendo rimanere basite le pazienti che non avrebbero però reagito pensando che fosse tutto regolare. Le vittime però potrebbero essere molte di più, visto che il professionista lavora presso diversi centri medici privati. La Squadra Mobile di Treviso lancia infatti un appello affinchè tutte coloro che si siano trovate nelle medesime situazioni delle denuncianti si rivolgano alla Polizia. 


Galleria fotograficaGalleria fotografica