Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vazzola, hanno la patente revocata, scoperti alla guida, denunciati

SPINELLI NELLO ZAINETTO, STUDENTE 16ENNE NEI GUAI

Sabato scorso durante un controllo dei carabinieri al parco Rossi


VAZZOLA - Uno studente 16enne di Vazzola è stato identificato e segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti in seguito ad un controllo dei carabinieri della stazione di Codognè avvenuto sabato pomeriggio al parco Rossi. Il giovane, li con altri amici a bere birra e a fumare, è stato pizzicato in possesso di alcuni spinelli di hashish già pronti per essere consumati e nascosti in uno zainetto. Lo studente, portato in caserma, è stato poi riaffidato ai genitori che hanno ringraziato i carabinieri ed hanno riferito di voler accompagnare il proprio figlio al centro per le dipendenze giovanili di Parè di Conegliano. Qualche giorno fa una pattuglia dei militari, controllando la zona, ha denunciato a piede libero un noto tossicodipendente di Codognè che, nonostante gli fosse stata revocata la patente di guida in seguito al possesso di stupefacenti per uso personale, continuava a guidare la propria autovettura. Stessa sorte, sempre sabato pomeriggio, è toccata ad una giovane di Gaiarine che incurante della revoca della patente di guida, si era messa a guidare la macchina. Per entrambi è scattata una denuncia.