Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Loredana Bolzan passa da 11 a 7 anni, il fratello Luigi da 8 a 5 anni e 8 mesi

BUCO DI QUATTRO MILIONI ALL'USL 9: CONDANNE RIDOTTE IN APPELLO

La Regione si vede ridurre il risarcimento: da 4 milioni e 800 mila euro


VENEZIA – (gp) Le condanne per il buco di 4 milioni di euro nelle casse dell'Usl 9 hanno subito una drastica riduzione in secondo grado. L'ex dipendente dell'azienda sanitaria trevigiana, Loredana Bolzan, è passata dagli 11 anni di reclusione inflitti dal gup di Treviso a 7 anni, il fratello Luigi Bolzan da 8 anni 5 anni e 8 mesi, e l'amico Massimo Zanta da 5 anni a 3 anni e 4 mesi. Ridotto, e non di poco, anche il risarcimento da versare alla Regione Veneto: si è passati dai 4 milioni di euro del primo grado di giudizio agli 800 mila dell'appello. “Siamo moderatamente soddisfatti – ha dichiarato l'avvocato Luigi Fadalti, difensore della Bolzan – ma presenteremo comunque ricorso in Cassazione perchè secondo noi il reato doveva essere riqualificato. Non si tratta di un peculato ma di una truffa”. La sentenza d'appello è stata pronunciata a tre anni esatti da quella emessa dal tribunale di Treviso nei confronti del cosiddetto “clan Bolzan”, ovvero i coimputati che erano stati rinviati a giudizio quando l'ex dipendente, il fratello Luigi e l'amico Massimo Zanta avevano scelto la via del rito abbreviato. Era il primo marzo 2012 quando la cognata dell'ex dipendente infedele dell'azienda sanitaria trevigiana, la 46enne di Paese Stefania Donadi nel cui conto corrente sarebbe transitata la somma più consistente (1.878.824,47 euro), era stata condannata a 4 anni e 6 mesi. Quattro anni di reclusione aveva invece rimediato l'ex marito della Bolzan, Walter Pasqualin, al quale venne sequestrato il negozio “In Arredamenti” di Villorba messo in piedi grazie a 301.620 euro sottratti all'Ulss 9. Tre anni di carcere a testa invece era stata la pena comminata al 50enne di Casale sul Sile Fausto Zorzan che si sarebbe impossessato di 60.668,25 euro, e al 53enne residente a Paese Luigi Severin, che per la Procura avrebbe visto lievitare il suo conto in banca di 63.632,42 euro. I giudici avevano inoltre stabilito una provvisionale immediatamente esecutiva a titolo di risarcimento danni per un totale di 750 mila euro (la regione aveva chiesto 10 milioni): 500 mila euro per Stefania Donadi, 150 mila per Walter Pasqualin e 50 mila per Fausto Zorzan e Luigi Severin. Sentenza per la quale si è ancora in attesa della fissazione del processo d'appello.