Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

AUDIO Intervista all'autore, giornalista e storico, Sante Rossetto

UN VIAGGIO NELLA SCONOSCIUTA TREVISO DEL SEICENTO

"Vivere nel Seicento. Una cittÓ veneta ai tempi della Serenissima."


TREVISO - Per conoscere il proprio presente è doveroso porre il nostro sguardo anche al nostro passato. Lo facciamo assieme allo storico Sante Rossetto, giornalista e già direttore del “Gazzettino” che in passato ha pubblicato numerosi libri di storia e di storia locale in particolare. Con il suo ultimo lavoro "Vivere nel Seicento. Una città veneta ai tempi della Serenissima." edito dalla veronese Betelgeuse torniamo indietro di quattro secoli, periodo poco conosciuto nei libri di storia.
Frutto della consultazione di diversi anni delle carte dell'Archivio di Stato e dei manoscritti della città, questo libro racconta le vicende di cento anni nella Terraferma veneta. Non un volume dedicato a pochi eruditi, ma aperto alla lettura agevole e accattivante per chi voglia saperne di più su un periodo trascurato. Perché l’autore polemizza anche con l’idea radicata del seicento come secolo di decadenza, evidenziando come i territori ancora amministrati dalla Repubblica di Venezia, da Crema all’Istria e fino all’isola di Corfù, mantenessero una intensa vita di commerci e di istituzioni civili: il fisco, la finanza, il commercio, la religione, l'organizzazione militare, l'agricoltura, il vitto, l'abbigliamento fino all'informazione e alla nascita delle primissime gazzette.
Sante Rossetto a Veneto UnoUno studio che l’autore ha voluto elaborare come un racconto, senza note, arricchendolo di curiosità. Lungo queste pagine scorre la vita di ogni giorno e il lettore apprende come erano le strade cittadine (ghiaiose e sporche), dove si teneva il commercio, come si presentavano le case dei ricchi e dei poveri, come ci si vestiva, come funzionava la giustizia, come arrivava l’informazione, che tipo di criminalità infestava città e campagna. E ancora la religione, i giochi, la cultura.