Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oderzo, dal 2007 al 2013 , l'imprenditore ha avuto una licenza per uso sportivo

SPARI CONTRO I LADRI, MAGRO RISCHIA DI ESSERE "DISARMATO"

La Procura valuta il ritiro delle armi di cui è proprietario


ODERZO - Sandro Magro, l'imprenditore di Faè di Oderzo che lunedì sera ha messo in fuga alcuni ladri che stavano saccheggiando la zona sparando alcuni colpi di fucile in aria, rischia di vedersi ritirare le armi. Sulla vicenda la Procura ha aperto un'indagine. Probabilmente il 48enne potrebbe dover rispondere di esplosioni pericolose, un reato che prevede un'ammenda di circa 103 euro. L'eventuale ritiro delle armi, detenute legalmente dall'uomo, spetterebbe ai carabinieri su indicazione della Procura mentre la Prefettura potrebbe addirittura decidere per un eventuale sequestro definitivo con il divieto di detenere armi in casa. Magro è stato titolare dal 2007 al 2013 di una licenza di porto d'armi ad uso sportivo che non è stata più rinnovata. Questo ovviamente non impedisce al 48enne, legge alla mano, di poter utilizzare le armi per legittima difesa. Intanto la sezione amministrativa della Questura sta proseguendo con il censimento delle armi detenute dai trevigiani ed entro maggio, in base ad una modifica della legge in materia, i possessori dovranno presentare un certificato medico che ne certifichi i requisiti psico-fisici del titolare. Chi non seguirà questa prescrizione sarà privato delle armi che saranno sequestrate.