Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula un 33enne marocchino: dovrà anche pagare 15 mila euro di provvisionale

COSTRINGE LA EX A FARE SESSO: CONDANNATO A 4 ANNI E 8 MESI

La vittima è una ragazza di 22 anni, residente alle porte di Treviso



TREVISO
– (gp) Prima le ha tolto il giubbotto, poi le ha strappato i vestiti e infine l'ha violentata. Vittima una ragazza trevigiana di 22 anni che con il suo aggressore aveva avuto una relazione di sei anni, dalla quale è nata anche una bambina. Lui, un 33enne di origini marocchine, è stato condannato a quattro anni e otto mesi di reclusione per violenza sessuale e al pagamento di una provvisionale alla sua ex, costituitasi parte civile con l'avvocato Stefania Bertoldi, di 15 mila euro. Danni morali e materiali che dovranno essere poi quantificati in sede civile.

Vittima e carnefice si erano conosciuti quando lei aveva 16 anni e lui 27. Un'amicizia che si trasformò ben presto in un amore travolgente, tanto che non appena lei divenne maggiorenne andarono a convivere. Da quella relazione, nel 2009, nacque una bimba. Tutto filò liscio fino al 2013, quando lei decise di troncare il rapporto. La figlia venne data in custodia al 33enne, in quanto lei era disoccupata, ma ottenne dal tribunale di poterla vedere due volte a settimana. Fu proprio al termine di uno di quegli incontri, nel novembre 2013, che si verificò l'episodio contestato.

La giovane riporta la bimba al padre e, quando la piccola viene messa a letto, il 33enne si avventa sulla ex: un rapporto completo contro la volontà della giovane che sarebbe anche stata presa a schiaffi per evitare di sottrarsi alla violenza. Tornata a casa, la vittima non ha avuto il coraggio di denunciare quanto accaduto, ma si è rivolta a un avvocato per ottenere l'affidamento della figlia, viso che nel frattempo aveva trovato lavoro come impiegata. Fu all'udienza di fronte al giudice che trovò il coraggio di andare dalle forze dell'ordine. L'ex compagno infatti, avvicinandola fuori dall'aula, le avrebbe detto: “Se mi porti via mia figlia uccido te e il tuo avvocato”.