Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA È VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il vice presidente del Calcio Treviso interviene dopo i fatti di Nervesa

PAOLO PINI: "ULTRAS, AIUTATECI TIFANDO PIÙ CORRETTAMENTE"

"Certi episodi sono solamente un danno per tutti"


TREVISO - La bella e spettacolare partita fra Nervesa e Treviso, finita 3-3, passa quasi in secondo piano dopo che gli ultras del Treviso hanno causato per due volte l'interruzione della gara, a causa del lancio di oggetti nella zona dove si trovava il primo assistente dell'arbitro. In attesa di sapere cosa deciderà il giudice sportivo, registriamo l'intervento di Paolo Pini, vicepresidente della società biancoceleste, che a Nervesa ha tentato personalmente di placare gli animi più focosi. "Ho detto loro, specie la seconda volta quando eravamo in vantaggio: ragazzi, cerchiamo di non andare incontro a spiacevoli situazioni come in passato, all’ingresso ho visto agenti della Digos ed anche una telecamera: se i responsabili sono stati beccati sono cavoli loro, tirare anche solo una lattina è gesto da condannare, ovvio, ma ciò che mi preme dire di più è che in questo momento così delicato della stagione, in cui stiamo cercando di rialzarci, certi episodi non ci aiutano, anzi ci complicano di più il percorso verso i playoff. Il Treviso ha bisogno del sostegno vero del suo pubblico, non di queste cose, e mi dispiace dirlo: guarda caso, nel finale il segnalinee ha dato la rimessa al Nervesa invece che a noi. Per carità, il tifo va bene e li ringrazierei uno ad uno per l‘impegno che ci mettono a seguirci in trasferta, ma certi atteggiamenti sono completamente sbagliati e dannosi, dai quali chiaramente ci dissociamo nel modo più assoluto, anche perché non vorrei che a qualcuno venisse in mente di proibire loro le trasferte."