Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sei mesi di reclusione, pena sospesa, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

MALMENA DUE SECONDINI: NUOVA CONDANNA PER FRANCESCHI

Il venetista, in alta uniforme da generale, finge un malore in aula


TREVISO – (gp) Già condannato in via definitiva a 16 anni e 15 giorni di reclusione per il  tentato omicidio di Pier Luigi Gambarotto, direttore di una Banca di credito cooperativo padovana, Luciano Franceschi è tornato di fronte al giudice in Tribunale a Treviso perchè accusato di aver aggredito due agenti di polizia penitenziaria all'interno del carcere di Santa Bona rimediando una condanna a sei mesi di reclusione, pena sospesa.

Come aveva già fatto a Padova per rispondere di aver sparato contro il bancario l'11 febbraio 2013, il 54enne di Borgoricco si è presentato in aula in alta uniforme (una divisa da generale della “Guardia Padana”).

Il venetista, vicino al gruppo dei Serenissimi che nel 1994 avevano assaltato il campanile di San Marco a Venezia, ha finto di accusare un malore ed è stato trasportato all'ospedale Ca' Foncello per gli esami del caso. Una volta che i medici hanno stabilito che si trattava di una simulazione, Franceschi ha deciso di non tornare in aula e fasi riaccompagnare in carcere. Il risultato è che il procedimento penale non è stato rinviato per legittimo impedimento dell'imputato ed è proseguito regolarmente, arrivando anche a sentenza. Il pm aveva ipotizzato una condanna a dieci mesi di reclusione.

Il 54enne era sotto processo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il 12 luglio 2013, secondo l'accusa, Franceschi si era opposto con la forza a due secondini (due giorni di prognosi ciascuno) mentre lo invitavano a seguirli presso l'ufficio per una contestazione di natura disciplinare legata al rifiuto di Franceschi di rimuovere, sostengono gli inquirenti, alcuni manifesti del suo movimento indipendentista affissi sui muri della sua cella.