Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Procura intende stabilire il punto d'entrata della scarica elettrica da 20 mila volt

MORTO FOLGORATO MENTRE POTA LE PIANTE: DISPOSTA L'AUTOPSIA

La vittima č Moreno Tottolo, operaio 52enne di San Biagio di Callalta



MONASTIER
- (gp) La Procura di Treviso ha disposto l'autopsia sul corpo di Moreno Tottolo, il 52enne di San Biagio di Callalta morto folgorato mentre potava della piante nell'azienda agricola Spinazzè a Monastier. Gli inquirenti, he hanno aperto un fascicolo sul caso al momento senza ipotesi di reato né tanto meno indagati, ricevute le prime relazioni dei carabinieri e dello Spisal hanno deciso di effettuare l'esame autoptico per fugare ogni dubbio e capire l'esatta dinamica del sinistro.

Il quesito fondamentale a cui sarà chiamato a rispondere il medico legale sarà sostanzialmente uno: stabilire il punto d'entrata della scarica elettrica da 20 mila volt che ha folgorato l'operaio. In base ai risultati si riuscirà dunque a capire meglio come possa essersi consumata la tragedia, ed eventualmente individuare se ci siano state o meno responsabilità di terzi in merito alle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Al momento infatti non è ancora chiaro se Moreno Tottolo abbia toccato i fili dell'alta tensione con la motosega che stava utilizzando o con il carrello elevatore che comunque manovrava autonomamente. Nel primo caso si tratterebbe di un fatale errore della vittima, nel secondo invece potrebbero esserci state delle negligenze. Motosega e carrello dovrebbero infatti essere isolati dalle mani e dai piedi di colui che la sta manovrando proprio per evitare incidenti del genere. Ovviamente si tratta di ipotesi, a cui la Procura vuole dare una spiegazione logico-scientifica.

Di certo c'è che la vita dell'operaio  si è spezzata in un pomeriggio di marzo durante delle manovre lavorative svolte migliaia di volte. Qualcosa stavolta, nell'azienda agricola di via Barbaranella, è purtroppo andato storto.