Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, lavorava come operaio all'Olimpias, domenica sera la tragica scoperta

DOVEVA ANDARE AL CONCERTO DI LIGABUE, LO TROVANO MORTO

Un infarto ha stroncato Gabriele "Lele" Benetton, 49 anni


TREVISO - Venerdì scorso doveva andare a Padova con i suoi amici per seguire un concerto del suo artista preferito, Ligabue: da anni non ne perdeva uno e quello era un evento particolare, proprio nel giorno del compleanno del rocker di Correggio. La sua strana assenza è stato il primo, inquietante, campanello d'allarme. Domenica sera i sospetti, le brutte sensazioni dei tanti che lo conoscevano, sono diventate realtà. Gabriele Benetton, per tutti “Lele”, era morto nella sua abitazione di via Bellucci a Treviso, ad appena 49 anni di età. Ad ucciderlo è stato un infarto che non gli ha dato scampo, mentre era in cucina. Gli amici, ormai sempre più in ansia, si sono presentati a casa sua domenica sera, sperando di essere rassicurati ma il campanello suonava a vuoto. I parenti che vivono poco distante, cioè le sorelle Carmen e Daniela ed il fratello Adriano, hanno deciso di chiamare la polizia: aperta la porta di casa la tragica scoperta. Il corpo di “Lele”, a terra. Il 49enne sarebbe deceduto, ha riferito il medico necroscopo che ha svolto gli accertamenti del caso, da almeno tre giorni: ecco spiegata l'assenza a quel concerto di cui aveva i biglietti e che non avrebbe mai mancato per nulla al mondo. Lele, da 25 anni operaio della Olimpias, non si era mai sposato ed era un grande appassionato della musica dal vivo: non seguiva solo i concerti di Ligabue ma anche di Madonna, gli U2 e i Litfiba oltre ai gruppi locali. I funerali di Lele si terranno giovedì alle 10.30 presso la chiesa parrocchiale di Monigo; poi la salma sarà trasferita, per la cremazione, presso la struttura di via Riccioli a Santa Bona. Per l'occasione i tanti amici del 49enne stanno preparando una sorpresa per ora ancora top secret. Decine i messaggi di cordoglio che stanno giungendo ai famigliari di “Lele” ed in particolare ai nipoti, Alessandro, Jessica, Giada ed Elenia a cui era legatissimo. Il suo telefono cellulare, riacceso da domenica, ha continuato a suonare all'impazzata per ore con un vero e proprio fiume di messaggi e telefonate.