Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Ignorate le rinnovabili, continueranno i sussidi alle fonti fossili"

"L'UNIONE EUROPEA DELL'ENERGIA È SOLO RETORICA"

Il senatore dell'M5S Girotto contro il piano della Ue per il settore


TREVISO - " L'Energy Union della Commissione europea rischia di essere un mero esercizio di retorica e di pubbliche relazioni che non trova riscontro nella realtà": è la denucia sollevata dal senatore trevigiano Gianni Girotto. Secondo il parlamentare del Movimento 5 Stelle, quel documento assomiglia al tanto decantato “Piano Junker” da 350 miliardi di euro di investimenti per rilanciare l’economia europea. "Ma così come sappiamo che quei soldi ad oggi sono un miraggio, allo stesso modo possiamo prevedere che l’attuale intento della Energy Union sarà un fallimento", rimarca Girotto.
Il senatore dell'M5S, in particolare, critica l'assenza di qualunque richiamo alle fonti rinnovabili "il vero volano per l’economia e la creazione di posti di lavoro per il futuro. Di contro, i sussidi pubblici alle fossili continueranno indisturbati". Sul tema Girotto è intervenuto in Senato, durante il dibattito sulle comunicazioni del presidente del consiglio Matteo Renzi. "Gli unici timidi passi in avanti, almeno finora - ha sottolineato Girotto -, sono costituiti dalla spinta a migliorare l’interconnettività delle reti e dall’ipotesi di centralizzare gli acquisti energetici, oggi parcellizzati a livello di singolo Stato". Ma anche il Parlamento italiano, per l'esponente dei pentastellati, è stato tagliato fuori da ogni discussione, lamentando come il ministro Federica Guidi, nonostante reiterate richieste in commissione, non sia mai venuta a riferire la posizione italiana sulla questione.