Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Racconto di Laura Simeoni, con illustrazioni di Piero Sandano e cronologia di Michele Rigo

IL LIBRO: "LA GUERRA DI PIERO. LA GRANDE GUERRA RACCONTATA AI RAGAZZI

Avvicinare i giovani alla storia raccontando la guerra che si svolse da noi


La Grande Guerra scritta e illustrata per i più giovani. E' l'ultimo progetto della giornalista e scrittrice Laura Simeoni, ospite a Buongiorno Veneto Uno per presentare il libro “La guerra di Piero”, racconto uscito per i tipi della De Bastiani Editore, impreziosito dai disegni di Piero Sandano e da una cronologia curata da Michele Rigo.
L'obiettivo, come spiega l'autrice ai nostri microfoni, è quello di avvicinare i ragazzi delle scuole medie alla Storia. Partendo dalla canzone di Fabrizio De Andrè ha quindi costruito un racconto ambientato nel giugno del 1918 sul fronte del Piave e del Montello, scenario della cosiddetta “Battaglia del Solstizio” in cui si decisero le sorti della prima guerra mondiale. “Al centro vi sono due ragazzi, di 17-18 anni, poco più dei ragazzi che prenderanno in mano questo libro” spiega ai nostri microfoni. Sono due giovani soldati appartenenti a schieramenti nemici, quello italiano e quello austroungarico, che si incontreranno sul campo di battaglia con le armi in mano.

“Eppure fino a quel giorno il nemico era senza volto...” leggiamo, scorrendo le pagine. Punto fondamentale che restituisce il carattere tragico e umano della guerra, trascurato nei volumi di storia.

Umanità che ritroviamo anche nella seconda parte del volume, composta da otto biografie di altrettanti protagonisti italiani della Grande Guerra che si raccontano in prima persona: dal re Vittorio Emanuele III all'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo, dal generale Diaz al generale Cadorna, dall'eroe dell'aviazione Francesco Baracca, a Giuseppe Pannella, eroe del Montello, dal Vate interventista, Gabriele D'annunzio, alla figura del combattente alpino con il forte compagno di battaglia che garantiva i rifornimenti in alta montagna, il mulo.

Un'ultima parte del libro è costituita da una cronologia che indica i maggiori eventi della Grande Guerra, a livello mondiale.


Con Laura Simeoni, sono intervenuti ai microfoni di Alessandra Ghizzo, anche Michele Rigo e Piero Sandano.
Buon ascolto!